Quantcast

I dieci articoli più letti del 2021 su Cuneo24.it

A farla da padrone è la cronaca ma anche qualche curiosità e good news

Il 2021 si è concluso da poche ore. Vi proponiamo la top ten dei pezzi più letti dello scorso anno su Cuneo24.it.

Curiosità, cronaca, attualità. Di seguito gli articoli che hanno ricevuto più visite dal 1°gennaio 2021 fino a ieri, 31 dicembre 2021.

In cima alla classifica la storia di Franco Dalmasso, detto “Politica”, l’uomo che ha vissuto per oltre 40 anni a Boves, all’aperto e senza corrente elettrica raccontata con un film del regista Schellino: “Grazie al cielo.” Era il 16 ottobre.

Secondo gradino del podio per le previsioni meteo 2021 secondo l’antichissimo metodo del “Barometro delle cipolle”; una personale interpretazione che non ha nessuna presunzione di essere scientifica ma rappresenta soltanto una tradizione perpetuata negli anni nella zona della bassa Valle Maira circoscritta tra: Vottignasco, Savigliano, Falicetto, Villafalletto, Centallo. Correva il 7 gennaio 2021.

Medaglia di bronzo per l’articolo che racconta del salvataggio, lo scorso 21 ottobre, da parte dei Vigili del Fuoco di una vacca feritasi sopra Sant’Anna di Bellino.

Appena fuori dal podio ancora una storia di salvataggio da parte dei tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese e personale medico del 118 sempre nel mese di ottobre, domenica 3, avvenuta a Chiusa Pesio, dove un malgaro è stato attaccato da sciame di vespe disturbate dalle pecore.

Al quinto posto una notizia di cronaca del 7 aprile: la scomparsa del 17enne buschese Lorenzo Martini, figlio del dirigente scolatico Davide Antonio Martini.

In sesta posizione altra notizia di cronaca risalente alla scorsa settimana, giovedì 23 dicembre. La morte di un altro giovane, il 20enne Mattia Vaschetto di Savigliano.

Al settimo posto in classifica l’articolo del 31 gennaio che racconta dei 20 alberi piantati in un bosco dell’Emilia Romagna in ricordo dei ragazzi delle stelle, tragicamente morti nell’agosto del 2020 a Castelmagno.

All’ottavo posto torna la cronaca con la morte che ha sconvolto il 12 ottobre Pontechianale e la Val Varaita: la scomparsa di Aurelio Barra, noto gestore dell’Aury’s Bar e bravo maestro di sci.

Nona quella che in gergo viene chiamata good news, riguardante l’iniziativa di Busca per supportare i titolari del Bar Scatto Matto che a fine gennaio erano stati multati e era stata imposta loro la chiusura perché cinque clienti stavano consumando in prossimità nel locale cosa vietata dall’allora Dpcm. I titolari ringraziavano quanti avevano aderito alla raccolta fondi per aiutarli a sopperire dei mancati introiti dei 5 giorni di chiusura appena rientrati in zona gialla.

Decima posizione vede ancora una notizia di cronaca, una giovane vita spezzata, quella di un papà 41enne di Busca, Gianluca Forneris.