Quantcast

“Grazie di tutto, anima del ciclismo cuneese”: Cirio ricorda Lorenzo Tealdi

"Grazie al suo impegno la nostra terra ha potuto godere di un palcoscenico sportivo senza eguali" aggiunge il presidente della Regione Piemonte

“Sono davvero rattristato per la scomparsa del commendator Lorenzo Tealdi e desidero esprimere alla sua famiglia e a tutti i suoi cari i sentimenti della più profonda partecipazione personale e a nome della Regione Piemonte. Renzo ha rappresentato, per anni, l’anima del ciclismo cuneese e non solo e grazie al suo impegno la nostra terra ha potuto godere di un palcoscenico sportivo senza eguali. Ho avuto modo di lavorare con lui molto spesso, apprezzandone la serietà e la costanza. La sua forza di volontà, condivisa con tanti altri amici che oggi ne piangono la scomparsa, ha permesso alla provincia Granda e a tutto il Piemonte di divenire la ‘terra del ciclismo”. Lo ha dichiarato Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte.

“Voglio salutarlo con il ricordo del nostro ultimo incontro, svoltosi in piazza Castello qualche mese fa, dove con lo stesso entusiasmo di sempre mi aveva presentato altre iniziative ciclistiche, cogliendo l’opportunità di unirle nella grande promozione avviata con il Giro 2021, che partì da Torino. Ciao Renzo, grazie di tutto quello che hai fatto” ha aggiunto Cirio.