Quantcast

Giovane ubriaco vicino alle piste fermato dalla Polizia a Limone Piemonte

Il ventitreenne, originario di Sanremo, è stato sorpreso dalla Polizia lo scorso 2 gennaio all'imbocco della seggiovia "Cabanaira" , mentre camminava in evidente stato confusionale. Trasportato a valle dalle forze dell'ordine, gli è stata contestata la violazione dell'ex articolo 688 del Codice Penale.

Lo scorso 2 gennaio, intorno alle 17, il personale della Polizia di Stato adibito al Servizio di Sicurezza e Soccorso in montagna sul comprensorio sciistico di Limone Piemonte, durante lo svolgimento degli appositi servizi di controllo per prevenire attività illecite o possibili assembramenti predisposti dalla Questura di Cuneo, ha notato un giovane privo di sci che camminava a fatica e faceva fatica ad esprimersi all’imbocco della seggiovia della “Cabanaira“.

Temendo che il ragazzo, un ventitreenne originario di Sanremo, fosse colto da un malore, i poliziotti si sono avvicinati e hanno potuto constatare che il soggetto si presentava in evidente stato confusionale, emanando un forte odore di alcool e manifestando tutti i segnali dell’ubriachezza. Risultando quella situazione potenzialmente pericolosa per lui e per le altre persone nella zona, il ragazzo è stato trasportato dalla Polizia a valle, dove è stato ricongiunto ai suoi amici che lo accompagnavano, che l’hanno trasportato presso un presidio sanitario. Al giovane è stata contestata la violazione dell’ex art. 688 del codice penale, che riguarda i casi di manifesta ubriachezza in luogo pubblico. Le sanzioni per questo reato vanno dai 51 ai 309 euro.