Quantcast

Garessio, l’Asl-CN1 nega al comune l’autorizzazione a fare tamponi in paese

Per questo servizio i garessini, per motivi ignoti, devono quindi rivolgersi ad altri Comuni: farmacie di Bagnasco, Ceva, Pieve di Teco, San Michele, Vicoforte

Garessio. Il sindaco di Garessio, Ferruccio Fazio, si è rivolto ai suoi concittadini per fare il punto sulla situazione covid in paese.

I positivi a ieri, martedì 11 gennaio, erano 49.

“Ricordiamo che la diffusione avviene maggiormente tra i non vaccinati come maggiore è la possibilità per questi che la malattia si manifesti nelle forme più aggressive che possono portare al ricovero nelle terapie intensive. Ricordo altresì a tutti l’importanza di seguire scrupolosamente le disposizioni governative emanate per il contenimento della diffusione del virus (DL 1/2022 e precedenti decreti indicati in premessa). Le informazioni relative alla campagna vaccinale (dove e quando vaccinarsi) si possono reperire sul sito: www.ilpiemontetivaccina.it” ha sottolineato il primo cittadino.

Inoltre ha espresso dispiacere riguardo la possibilità, negata, di fare tamponi a Garessio. Spiega “il Comune si è attivato per poter eseguire tamponi in assenza di esercizi privati (farmacie) operanti in questo senso, ma l’ASL-CN1 non ha, per motivi a noi ignoti, concesso al Comune l’autorizzazione relativa.”

Quindi per poter eseguire tamponi i garessini devono rivolgersi ad altri Comuni (farmacie di Bagnasco, Ceva, Pieve di Teco, San Michele, Vicoforte).