Quantcast

Elio Germano al Toselli di Cuneo con lo spettacolo “Paradiso XXXIII”

"Uno spettacolo divulgativo senza che niente sia spiegato" recita lo slogan dello spettacolo sul palco cuneese sabato 5 febbraio, che vede protagonista un Dante più umano di come si è abituati a pensarlo.

Sabato 5 febbraio andrà di scena al Teatro Toselli di Cuneo lo spettacolo “Paradiso XXXIII”, scritto, diretto e interpretato da Elio Germano e musicato Teho Teardo, ispirato all’ultimo canto della Divina Commedia dantesca, quello dell’epilogo finale. Gli stessi drammaturghi che l’hanno portato in scena lo definiscono “Uno spettacolo divulgativo senza che niente sia spiegato”.

Dante Alighieri, nel trentatreesimo canto del Paradiso, si trova nell’impaccio dell’essere umano che prova a descrivere l’immenso, l’indicibile, prova a raccontare l’irraccontabile. Questo scarto rispetto alla “somma meraviglia” è portato sulla scena creando un’esperienza unica, quasi fisica per lo spettatore al cospetto dell’immensità. Elio Germano e Teho Teardo sono la voce e la musica per dire la bellezza e avvicinarsi al mistero, mostrando quello che non si potrà mai descrivere logicamente. Il trentatreesimo canto è attraversato parola per parola, accompagnato dalla musica dal vivo con strumenti di tutte le epoche e giochi sonori. Ogni parola del testo è accompagnata a sua volta dalle immagini e dagli effetti speciali di Simone Ferrari e Lulu Helbæk. Grazie alla loro esperienza, accadrà qualcosa di magico e meraviglioso, qualcosa di inspiegabile, fatto di riflessi e di luci, trascendendo qualsiasi concetto di teatro, concerto o rappresentazione dantesca.

Biglietti acquistabili online a questo link e in vendita il giorno dello spettacolo a partire dalle 16, al botteghino del teatro (via teatro Toselli 9). Al botteghino del teatro è anche possibile acquistare i biglietti con 18app e Carta Docente.