Quantcast

Doppio appuntamento a teatro tra Cuneo e Saluzzo domenica 16

Alle 17.30 al Toselli di Cuneo la Compagnia Il Melarancio porterà in scena il secondo spettacolo della rassegna "Domeniche a teatro", mentre alle 17 al Cinema Teatro Magda Olivero di Saluzzo andrà in scena l'ultimo appuntamento con la rassegna "Un sipario tra cielo e terra".

Domenica prossima, 16 gennaio 2022, sarà una giornata all’insegna del grande teatro per bambini e ragazzi. Tra Cuneo e Saluzzo, nel pomeriggio, andranno infatti in scena due spettacoli dedicati ai più piccoli.

Alle 17 presso il Cinema Teatro “Magda Olivero” di Saluzzo, andrà in scena l’ultimo spettacolo della rassegna “Un sipario tra cielo e terra”. S’intitola “Che forma hanno le nuvole” ed è a cura della compagnia Industria Scenica. Nemo ha 8 anni, un cane bassotto, due genitori affettuosi e una sorella gemella, Vera, la compagna di tutte le sue avventure. Nemo da qualche tempo è triste, pensa di stare antipatico a tutti: a scuola i maestri non lo considerano; nessuno lo sceglie per giocare a palla avvelenata; in mensa non c’è mai un posto per lui. Un giorno però scopre la verità. Nessuno lo odia perché in realtà nessuno sa che esiste. Solo Vera lo vede e può parlargli. Lui è il suo amico immaginario. Così, pur volendo molto bene a Vera, le chiede di renderlo libero. Ma cosa succede ad un essere immaginario che diventa libero?

Lo spettacolo, vincitore del premio In-Box Verde 2021, è consigliato per tutti i bambini al di sopra dei quattro anni. Biglietti interi al costo di sei euro, ridotti sotto i dieci anni a cinque e gratuiti fino ai tre anni di età. Lo spettacolo è accessibile anche su ruote, sia per i disabili sia per i passeggini.

Dalle 17.30 al Toselli di Cuneo, invece, la Compagnia Il Melarancio porterà in scena lo spettacolo “Il paese dei quadrati magici“. I colori sono come suoni che si fanno suonare dalle mie mani! diceva il pittore Paul Klee. Un giorno, uno scrittore che sapeva ascoltare la musica dei colori, guardando i quadri di Klee, immaginò la storia colorata di un marinaio curioso. Aveva navigato in tutti i mari e aveva esplorato i paesi più strani: un giorno approdò su un’isola misteriosa, dove regnava  un principe tiranno che impediva a chiunque di divertirsi, di suonare e di ballare rendendo il suo popolo spento e rassegnato. Sarà il marinaio, dopo una serie di prove da affrontare, a guidare tutti alla riconquista della libertà. Lo spettacolo, una coproduzione tra la Compagnia Il Melarancio e il Cada Die Teatro di Cagliari si ispira al racconto di Pinin Carpi “L’isola dei quadrati magici” e all’opera di Klee: un suggestivo viaggio tra suoni,narrazione e visioni che tocca  il giovane pubblico  con una storia valoriale che parla di libertà, di lotta contro l’ingiustizia e l’oppressione. Età consigliata dai cinque anni in su, con le stesse fasce di prezzo dello spettacolo saluzzese.