Quantcast

Boselli: “Con me sindaco, l’ospedale rimarrebbe al Santa Croce in centro città”

Il candidato sindaco di Cuneo torna sulla questione ospedale, lamentando idee poco chiare da parte della Regione e del Comune, che vorrebbero spostare il nosocomio cittadino a Confreria.

Torna sulla questione ospedale cittadino il candidato sindaco di Cuneo per il 2022 Giancarlo Boselli, che attraverso il suo profilo Facebook ha espresso la sua opinione riguardo all’idea del Comune e della Regione di spostare il nosocomio del capoluogo a Confreria. L’opinione dell’ex vice-sindaco al riguardo è chiara fin dalle primissime righe del suo post: “La Regione e il Comune continuano a bluffare sul nuovo ospedale (che vorrebbero fare a Confreria). I soldi per ora non ci sono. Se sarò eletto il nuovo ospedale resterà in città al Santa Croce”.

Il candidato sindaco continua poi analizzando a fondo la questione, facendo emergere appieno il suo punto di vista a riguardo. “L’Assessore Regionale alla Sanità sbandiera l’approvazione della programmazione di indirizzo strategico generale per la realizzazione di nuovi ospedali, come se fosse l’atto di costruzione del nuovo ospedale di Cuneo che vorrebbero fare a Confreria. Ma i soldi non ci sono. Programmazione non significa disponibilità del finanziamento per realizzarlo, per il quale si rimanda infatti ancora una volta all’eventuale intervento dell’INAIL. Il sindaco e la Giunta fanno finta di crederci.

Ribadisco che se mi eleggerete Sindaco il nuovo Ospedale resterà invece in Città. Portarlo a Confreria sarebbe un grave errore da un punto di vista sanitario e darebbe un colpo mortale ai quartieri dell’altipiano, con un danno gravissimo al commercio all’artigianato al settore alberghiero e della ristorazione“.