Quantcast

Ancora tagli sulla linea ferroviaria Torino-Fossano-Cuneo-Limone, pendolari penalizzati

Il Comitato pendolari non ci sta: "E' una scelta scellerata, parlano di tagli legati alla pandemia e alla carenza di personale ma senza dubbio potevano esser cancellati treni in altre fasce orarie meno frequentate senza andare a toccare due dei più utilizzati"

Anno nuovo, storia vecchia. Continuano i tagli sulla linea ferroviaria Torino-Fossano-Cuneo-Limone.

Dallo scorso 30 dicembre e fino al prossimo 7 gennaio, è stato cancellato il Torino Porta Nuova-Cuneo delle 17.25, il treno tra i più utilizzati dai pendolari che rientrano a casa nel cuneese nella Granda. Il successivo è alle ore 17.51, ma non garantisce le coincidenze a Fossano per San Giuseppe di Cairo e a Cuneo per Limone.

Alcuni treni sono stati sostituiti con i bus, come il Cuneo-Torino delle 17.24. Stessa sorte per il Fossano-San Giuseppe di Cairo delle 12.22, 14.22, 17.24 e 18.22 e non cambia la situazione per il San Giuseppe-Fossano delle 14.31, 16.31 e 20.31. Sempre in bus viaggi chi usufruisce del Cuneo-Limone delle 8.41 e il Limone-Fossano delle 9,32.

Il Comitato pendolari non ci sta: “E’ una scelta scellerata, parlano di tagli legati alla pandemia e alla carenza di personale ma senza dubbio potevano esser cancellati treni in altre fasce orarie meno frequentate senza andare a toccare due dei più utilizzati.”

Arrivati a questo punto preoccupa anche il nuovo contratto che doveva esser firmato a dicembre, l’auspicio era a un ritorno del servizio al 100% da pre-covid. Il momento della firma si allontana e così anche un servizio che possa tornare a pieno regime in tempi brevi.