Quantcast

Cuneo esce sconfitta a testa alta dal Palaverde di Conegliano

Non basta una prova d'orgoglio, con tanto di primo set conquistato, per eliminare le vicecampionesse del mondo e accedere alle final four di Roma del 5 e 6 gennaio. Resta però l'orgoglio per aver messo in difficoltà le dominatrici del campionato nonostante un organico drasticamente rimaneggiato.

La Bosca S.Bernardo Cuneo chiude il suo 2021 a testa alta: al Palaverde di Villorba la Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano stacca il pass per le Finali Coppa Italia Frecciarossa in programma a Roma mercoledì 5 e giovedì 6 gennaio, ma le cuneesi offrono una prestazione all’altezza nonostante una formazione pesantemente rimaneggiata. Oltre a Stufi, Gay, Zanette e Agrifoglio, out causa Covid-19, non è del match nemmeno Gicquel, a riposo precauzionale. Con Kuznetsova in posto due e Giovannini e la staffetta Degradi-Jasper in banda le gatte, dopo aver conquistato il primo parziale del match valido per i quarti di finale, subiscono il ritorno delle pantere nel secondo ma nel terzo compiono un gran recupero e devono cedere solo in volata. Anche nel quarto set, con un’Imoco cresciuta di livello con una De Gennaro autrice di difese strepitose e premiata MVP, le biancorosse non escono mai dal match. Top scorer cuneesi con dieci punti Caruso, autrice di un’ottima prova, e Kuznetsova. Dopo quattro giorni di riposo, martedì 4 gennaio la Bosca S.Bernardo Cuneo tornerà in palestra per iniziare la preparazione della trasferta di Roma in programma domenica 9 gennaio.

Ed è proprio la grande protagonista della serata Sara Caruso a commentare positivamente la prestazione cuneese: «Sono più che contenta della nostra prestazione: aver vinto il primo set è un traguardo da cui partire. Con la formazione rimaneggiata con cui siamo scese in campo oggi era difficile fare di più, ma c’è comunque un po’ di rammarico per l’epilogo del terzo set. Abbiamo chiuso bene l’anno e sono fiduciosa che nel 2022 riprenderemo da questa prova per alzare ancora il nostro livello di gioco».

PRIMO SET Coach Pistola schiera Signorile e Kuznetsova in diagonale, Degradi e Giovannini in banda, Squarcini e Caruso al centro, Spirito libero. Coach Santarelli replica con Egonu opposta a Wolosz, Sylla e Plummer schiacciatrici, De Kruijf e Vuchkova centrali, De Gennaro libero. Avvio punto a punto fino al 12-12, con un’Imoco insolitamente fallosa, in particolare dai nove metri; Kuznetsova e Degradi sono i due principali terminali offensivi biancorossi. Il primo break è delle padrone di casa: Kuznetsova non trova il campo, Plummer sì e sul 14-12 arriva il primo time out del match; a chiederlo è coach Pistola. La Bosca S.Bernardo Cuneo trova l’aggancio sul 16-16 con due fast consecutive, la prima di Caruso, la seconda di Squarcini. Fase equilibrata fino al 20-20, quando l’errore al servizio di Gennari e il colpo ben giocato da Giovannini sul muro confezionano il primo break biancorosso: 20-22 e time out per coach Santarelli. La Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano impatta sul 22-22, ma Degradi regala alle sue il primo set ball (22-24). Un attacco out di Sylla consegna alla Bosca S.Bernardo Cuneo il primo parziale: 23-25 (0-1). Tabellino: 4 Vuchkova, Egonu, Kuznetsova

SECONDO SET Un attacco perentorio di Egonu e un muro di Plummer portano la Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano sul 5-3. Sull’11-8 siglato da Plummer dentro Jasper per Degradi. Sul 13-9 decretato da una parallela out di Kuznetsova coach Pistola chiama a colloquio le sue. Il muro di Vuchkova su Giovannini e il pallonetto di Plummer firmano il nuovo allungo gialloblù (15-9). È una Conegliano in controllo in questo secondo parziale: Egonu firma due ace consecutivi per il 22-13. Due attacchi spettacolari di De Kruijf e Egonu chiudono i conti sul 25-14: al Palaverde è 1-1. Tabellino: 7 Egonu, 4 Plummer, Vuchkova, 3 Giovannini

TERZO SET La Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano fa la voce grossa in avvio (4-1). Sull’8-3 coach Pistola interrompe il gioco. Pantere sempre avanti (11-6), con la Bosca S.Bernardo Cuneo che vanifica i tentativi di rimonta con troppi errori al servizio (13-7). Le gatte accorciano fino al 16-11 con Jasper e un ace di Squarcini, ma le pantere allungano ancora (20-15). La Bosca S.Bernardo non desiste e, trascinata da Kuznetsova, ricuce fino al 21-17. Jasper chiude uno scambio lungo, poi arrivano due infrazioni di fila delle venete sull’efficace turno in battuta di Kuznetsova: 21-20 e time out per la panchina di casa. Monster block di Squarcini su Egonu per il 22-22. Un servizio out della centrale cuneese e un mani out di Egonu valgono il primo set ball per la Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano, che il muro di De Kruijf concretizza: 25-22 e pantere avanti 2-1. Tabellino: 6 Egonu, 4 Plummer, Sylla, Jasper

QUARTO SET Sylla e Egonu protagoniste della prima accelerazione veneta (4-2). Dopo il time out richiesto da coach Pistola sul 5-2 prosegue il devastante turno al servizio di Egonu (7-2). Due errori consecutivi in attacchi di Egonu e Sylla permettono alla Bosca S.Bernardo Cuneo di accorciare, ma il mani out di De Kruijf e il tocco a rete di Plummer ristabiliscono le distanze (9-4). Il muro di Wolosz sull’attacco di Kuznetsova da seconda linea e quello di Plummer sulla fast di Caruso scavano ulteriormente il solco (11-4). Tutto facile per le padrone di casa in questo frangente del match (15-7). Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano sul velluto (21-12), ma la Bosca S.Bernardo Cuneo rimane in partita con Caruso in evidenza. Sono Egonu e Plummer a consegnare alle pantere il biglietto per la final four di Roma: 25-14 e 3-1. Per la Bosca S.Bernardo Cuneo l’avventura in Coppa Italia finisce a testa alta. Tabellino: 4 Plummer, Sylla, Caruso