Quantcast

Cosa fare oggi (sabato 27 novembre) in provincia di Cuneo

A Cuneo si presenta la stagione sciistica e, tutti insieme, si tifa Marta Bassino nella discesa dello Slalom Gigante di Killington. A Mondovì, Savigliano e Chiusa Pesio si continua a celebrare la giornata contro la violenza sulle donne, a Peveragno si inaugura il restauro di un'opera del XVII secolo e a Serralunga d'Alba c'è Gianrico Carofiglio. Appuntamenti per bambini a Bra, Mondovì e Revello, mercatino di Natale al Forte di Vinadio, Fiera di Sant'Andrea a Saluzzo, mentre a Trinità si inaugura la Fera dij pocio e di bigat. In serata spettacoli a Borgo San Dalmazzo, Saluzzo, Alba e Savigliano e incontro a Cuneo con il giornalista e sceneggiatore Giovanni Fasanella

Gentili amici di Cuneo24, eccovi alcuni suggerimenti su come trascorrere questo sabato 27 novembre 2021 scegliendo tra i tanti eventi che la provincia di Cuneo propone.

Cuneo a partire dalle 10 c’è il “White Saturday”, l’evento-lancio della stagione sciistica cuneese 2021/22 organizzato da ATL Cuneo. In Piazza Galimberti è stato allestito un villaggio-neve: le stazioni e le singole realtà partecipano con propri gazebo o igloo gonfiabili, proponendo attività di animazione quali distribuzione di palloncini ai bambini e di materiale promo/informativo. Alle 16 e alle 19 “Tutti con Marta Bassino”: diretta su maxischermo della discesa di Slalom Gigante Femminile di Killington in compagnia del Fan Club. Nel pomeriggio Neve e Campioni: talk show con i grandi campioni che si raccontano.

Sempre a Cuneo, come ogni ultimo sabato del mese, sotto i portici di corso Nizza e piazza Europa c’è l’immancabile appuntamento con “Il Trovarobe”, storico mercatino dell’antiquariato.

Ancora a Cuneo dalle 10.30 al Mercato Contadino di Campagna Amica (Lungogesso Corso Giovanni XXIII, 15/bis angolo Giardini) insolito abbinamento per una ricetta davvero speciale: l’Agrichef Angelo Ballasia propone un gustoso risotto di mele e kiwi.

Inoltre a Cuneo termina il ciclo di incontri  “Resistenze di Oggi – Informare per Resistere” del Centro Culturale “don Aldo Benevelli” dell’Associazione Partigiana “Ignazio Vian”, allo Spazio Incontri della Fondazione Cassa Risparmio di Cuneo, Via Roma 15. Alle 21 “Le menti del doppio Stato. Il perché degli anni di piombo” con Giovanni Fasanella , giornalista, sceneggiatore, documentarista, ha pubblicato libri sull’”indicibile” della storia contemporanea italiana, da molti anni impegnato a ricostruire il contesto geopolitico della storia italiana, attraverso inchieste giornalistiche che evidenziano anche le attività nell’ombra di varie agenzie di spionaggio operanti in Italia già prima della fine della Seconda Guerra Mondiale. Info: viancuneo@libero.it.
Infine a Cuneo, in serata si può visitare “Cuneo Provincia Futura” realizzata dall’artista Alessandro Marrazzo per la Fondazione CRC. Sei video-installazioni tra Via Roma, Piazza Virginio, il cortile di Palazzo Santa Croce, Piazza Europa e Piazza Galimberti dedicate all’esplorazione del futuro prossimo dell’umanità con riferimento a tematiche di rilevanza globale: dal cambiamento climatico al rapporto tra uomo, macchina e natura, dall’intelligenza artificiale alle conquiste spaziali, dall’ambiente alle arti. Oggi vengono accese anche le installazioni di Mondovì (Rione Piazza), Bra (piazza Caduti della Libertà) e Alba (piazza Risorgimento e piazza Ferrero). Le proiezioni sono attive dalle 19 alle 22.30.

Vinadio torna l’ormai tradizionale appuntamento con lo shopping prenatalizio del Mercatino di Natale 2021 al Forte. Info: tel. 340-4962384 – email. info@fortediviandio.it

Sempre a Vinadio la caserma Carlo Alberto per la prima volta apre al pubblico dopo gli importanti interventi di restauro conservativo. Un’occasione unica per conoscere il “cuore” del forte in un percorso guidato con l’accompagnamento del trio di cornamusa di Vottignasco. Il tour guidato, con partenza gruppi ogni mezz’ora dalle ore 10.30, ha un costo di 4 euro.
La prenotazione è obbligatoria telefonando al numero 340 4962384 o inviando una mail a: info@fortedivinadio.com

Alle 10 a Trinità con la consegna del “pocio d’oro” si inaugura l’edizione 2021 della Fera dij pocio e dij bigat.

Dalle 8 alle 13 al Foro Boario di Saluzzo va in scena la “Fiera di Sant’Andrea”, mostra della meccanica e del vivaismo frutticolo. Un appuntamento dedicato alla tradizione, all’incontro e al legame con la terra. Una mattinata per mostrare macchinari agricoli, piante e utensileria. Info: mail segreteria@fondazionebetoni.it

A Mondovì in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 2021” nel pomeriggio c’è la “Camminata dei cappellini rossi“. Una marcia da Breo (piazza Roma) a Piazza (giardino del Belvedere) passando per piazza Ellero, corso Statuto, piazza Martiri, via Sant’Agostino, salita in funicolare (gratuita per i partecipanti) e infine al Belvedere. Info: tel. 0174.552255.

Sempre a Mondovì, dalle 15 alle 18 presso la sala Comunale delle Conferenze “Luigi Scimè” (corso Statuto 11/D), si svolge l’incontro “Viaggio nella Malattia di Parkinson: conoscerla e gestirla”. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Mondovì, si svolge in occasione della Giornata Nazionale Parkinson promossa dall’Accademia Limpe-Dismov ed è organizzata dalla Struttura di Neurologia dell’ospedale di Mondovì, dove è attivo un nuovo ambulatorio dedicato alla cura della Malattia di Parkinson. Info: tel. 0174.677011.

Ancora a Mondovì nella Biblioteca Civica (via Gallo, 12), nell’ambito di “Nati per Leggere – Piemonte” alle 15.30 appuntamento con “Sbuchi”, presentato  da Elisa Dani. Info: tel. 0174.43003 – cn0065@biblioteche.ruparpiemonte.it

Infine a Mondovì, alle 17 presso Oratorio di Santa Croce (via Francesco Gallo, 5) c’è Piazzolla Protrait – Magasin du Café nell’ambito della tradizionale rassegna della Città di Mondovì e dell’Academia Montis Regalis che anche quest’anno abbina ad una raffinata programmazione classica appuntamenti dedicati al pop al jazz di qualità e in particolare una Stagione OFF, rivolta ad un pubblico più eterogeneo. Info: www.mondovimusica.com

Alla Fondazione E. di Mirafiore di Serralunga d’Alba c’è Gianrico Carofiglio. Info: www.fondazionemirafiore.it

Alle 15 in piazza XXX Martiri a Peveragno inaugurazione del restauro del dipinto murale della Santissima Trinità risalente al XVII secolo e realizzato per volere di alcuni Peveragnesi sopravvissuti all’epidemia di peste, come espressione della loro gratitudine per aver avuto risparmiata la vita. Il progetto è stato curato dall’Associazione Culturale il Ricetto, con il patrocinio del Comune di Peveragno, che ha incaricato la restauratrice Luisa Torrero che ha realizzato l’opera di restauro.

A Chiusa di Pesio, in occasione della “Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne 2021” il Comune, in collaborazione con la Biblioteca Civica Ezio Alberione, la cooperativa Itur, le associazioni EquAzione e Mai+Sole e la cooperativa Fiordaliso, propone “Il lavoro per rinascere dalla violenza – l’associazione EquAzione incontra la cooperativa Fiordaliso” alle 10 in biblioteca (via Turbiglio, 1). Un momento di confronto e dialogo a partire dal progetto “Il Groviglio”, con una mostra mercato dei prodotti confezionati dalle donne che, grazie alla cooperativa, hanno avuto la possibilità di rinascere dopo la violenza subita. Durante l’incontro, l’associazione EquAzione offre la colazione, nel rispetto delle disposizioni vigenti, a base di prodotti del commercio equosolidale.

Rocca de’ Baldi, la Pro Loco organizza la Bagna Caöda in amicizia, tradizionale appuntamento con la specialità gastronomica piemontese per antonomasia presso i locali della bocciofila di Crava. Le modalità sono sempre le stesse: Bagna Caöda a volontà, con piatto di carpaccio di carne e pinzimonio di verdure. Green pass obbligatorio. Info: tel. 338.4735158.

Al Museo Naturalistico del Fiume Po di Revello, in piazza Denina 5, si svolge “Un mosaico di semi”, un laboratorio didattico e creativo per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni di età. Un’attività alla scoperta della biodiversità dei semi e delle piante presenti in natura, attraverso uno sguardo sia naturalistico che artistico alle loro forme, colori e adattamenti. Info: tel. 342.9973049 – vesulus@gmail.com.

Alle 16,30 a Bra, presso il Museo civico Craveri di storia naturale (in via Craveri 15), si svolge un laboratorio di creatività destinato ai bambini dai 3 ai 6 anni dal titolo “Andiamo in letargo?”. Si tratta del nuovo appuntamento organizzato dalla Cooperative sociale Alice onlus nell’ambito del progetto “La grandezza dei piccoli”, finanziato dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il progetto annovera 84 partner nella provincia di Cuneo, tra cui la Città di Bra, e mira a stimolare una comunità educante e a favorire azioni di contrasto alla povertà educativa dei bambini. L’ingresso è gratuito ma i posti sono limitati. Per informazioni e prenotazioni scrivere a er.infanzia@coopalice.net.

Sempre a Bra, alle 16.30, L’Albero Inverso (corso IV Novembre, 28) propone il laboratorio del sabato: “Natale ad Hogwarts”. Info: tel. 333.4047601

A Savigliano, presso i locali della ludoteca “La casa sull’albero” (via Mutuo Soccorso, 8) dalle 17 alle 18, c’è un laboratorio di afropercussioni con Moussa Sanou. Green pass obbligatorio. Info: tel. 320.2223429.

Alle 20.45 all’Auditorium Civico “Città di Borgo San Dalmazzo” nell’ambito di “Parole e Musica” presentazione del libro “Il concerto di San Martino” di Paolo Armellini. Esibizione musicale del tenore Michelangelo Pepino accompagnato da Vera Anfossi al violino e Fabrizio Pepino al pianoforte. Nel corso della serata verrà ricordato il Dott. Franco Armellini. Info: tel. 0171/266080.

A Palazzo Taffini a Savigliano alle 21 per la giornata contro la violenza sulle donne “Il boato di un NO”. Elaborazione drammaturgica/musicale e scrittura scenica di Barbara Amodio – dal libro di Paola Di Nicola, Le Nuvole Teatro. Ubaldo Rosso al flauto, Gianluca Pezzino al pianoforte e Barbara Amodio alla voce recitante. Info: tel. 0172.710247 – mail turismo@comune.savigliano.cn.it

Alle 21 a Saluzzo presso il Teatro Magda Olivero c’è “Giovannino Perdigiorno siamo noi – 100 Gianni Rodari”, favola Musicale di Elio Galvagno con arrangiamenti e musiche di Luigi Martinale. no sforzo produttivo unico che coinvolge alcune delle più belle realtà che si occupano di didattica musicale sul territorio. Uno spettacolo che unisce diversi linguaggi e porta sul palco musicisti in erba a stretto contatto con affermati musicisti. Un evento che si inserisce nelle manifestazioni ideate in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari, scrittore, pedagogista, specializzato in letteratura per l’infanzia e tradotto in molte lingue. Info: www.jazzvisions.it

Ad Alba, nell’ambito delle celebrazioni per Don Alberione a 50 anni dalla morte, alle 20.30 al PalaAlba rappresentazione teatrale sulla vita del beato, dal titolo Alberione.com.Il testo è di Angela Prestianni, la regia di Gianpaolo Montisci. Va in scena la compagnia l’Arbron, in collaborazione con la compagnia Der Roche; musiche di Paolo Paglia.

Sempre ad Alba inizia l’ottavo e penultimo weekend Fiera del Tartufo Bianco d’Alba, mostra mercato di livello internazionale che si svolge nelle varie vie e piazze di Alba e che porta l’inebriante profumo del Tuber magnatum Pico tra le colline di Langhe, Monferrato e Roero. Quella che inizia oggi è la 91ª edizione il cui tema è ‘Connessi con la natura’. Al centro sempre l’enogastronomia, ma questa edizione è caratterizzata da una decisa svolta che tiene conto dei temi più contemporanei quali la tutela ambientale, il cambiamento climatico e la sostenibilità, intesa non solo nella sua accezione ambientale, ma declinata anche lungo le direttrici sociali ed economiche, percorrendo il sentiero delle opportunità della transizione energetica verso un’economia a emissioni zero. Info: tel. 0173.292248 – www.fieradeltartufo.org

NB Il fatto che per alcuni eventi non sia indicata l’obbligatorietà del “Green Pass” non significa necessariamente che in quegli eventi non venga richiesto, semplicemente si tratta di un’informazione non in nostro possesso poichè non comunicataci. In caso di dubbi, consigliamo di contattare gli organizzatori per avere le necessarie informazioni al riguardo.