Quantcast

Tornano gli incontri di “Resistenze di oggi” per riflettere e informare sul tema della verità

Gli incontri si svolgeranno nello spazio incontri della Fondazione CRC di Via Roma. Grandi ospiti e molte suggestioni sull'attualità nei tre incontri in programma.

Cuneo. Tornano gli inconti di “Resistenze di oggi”, la rassegna a cura del Centro Culturale “Don Aldo Benevelli” per informare e riflettere sulle principali suggesioni e tematiche controverse dell’attualità, quelle per cui è necessario portare avanti una sorta di resistenza effettiva. L’iniziativa è ormai giunta alla sua XV edizione, ed è pronta anche quest’anno ad accogliere presso la Sala Incontri della Fondazione CRC, alcuni grandi ospiti che parleranno di questioni fondamentali della nostra contemporaneità. Tema portante di quest’anno è la ricerca della verità, principio base di una corretta e buona informazione attraverso l’inchiesta puntuale, ma anche la straordinaria vicenda di una piccola schiera di uomini che ha fatto la storia della lotta alla mafia. Il dialogo e l’ascolto come radice della verità, per non voltarsi dall’altra parte, perché le cose bisogna vederle quantomeno ascoltarle.

Venerdì 5 novembre 2021 ore 21  “…io qui ho visto il razzismo…”Sacko Soumaila nato in Mali, ucciso in Italia , la storia del giovane uomo che in Africa nel Mali ha lasciato una moglie e una bambina piccola ed è venuto in Europa a cercare fortuna. In Italia ha trovato la morte. A parlarci di un Paese, l’Italia, che sembra aver scoperto la paura per il diverso, l’odio e il razzismo, Bianca Stancanelli:  giornalista,  ha iniziato come cronista al quotidiano L’ORA di Palermo, occupandosi soprattutto di mafia e politica, per poi diventare inviato speciale del settimanale Panorama ; autrice di diverse pubblicazioni tra cui “A testa alta. Don Giuseppe Puglisi : storia di un eroe solitario” che ha vinto l’Aquila d’oro al Premio Estense 2003.

Sabato 13 novembre 2021 ore 21  C’era una volta il Pool antimafia. Dentro la Palermo dei misteri” con –  Leonardo Guarnotta che ha fatto parte del Pool antimafia guidato da Antonino Caponnetto con Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Giuseppe Di Lello; in pensione dal 2015, nei suoi 50 anni di carriera ha ricoperto anche la carica di Presidente della Seconda Sezione Penale e della Quarta Sezione di Corte di Assise a Palermo, di Presidente del Tribunale di Termini Imerese e di quello di Palermo; oggi è Segretario generale della Fondazione FALCONE. – Attilio Bolzoni giornalista, considerato uno dei massimi esperti di mafia, ha collaborato con il quotidiano L’ORA di Palermo, poi corrispondente di LA REPUBBLICA dove ha  lavorato per 41 anni; dal 2021 collabora con DOMANI.

Sabato 27 novembre 2021 ore 21 “Le menti del doppio Stato. Il perché degli anni di piombo” con Giovanni Fasanella , giornalista, sceneggiatore, documentarista, da molti anni impegnato a ricostruire il contesto geopolitico della storia italiana, attraverso inchieste giornalistiche che evidenziano anche le attività nell’ombra di varie agenzie di spionaggio operanti in Italia già prima della fine della Seconda Guerra Mondiale; ha pubblicato libri sull’”indicibile” della storia contemporanea italiana.

Dal 6 al 14 novembre 2021, inoltre, a Palazzo Samone, in Via Amedeo Rossi, sarà esposta la  Mostra “Don Aldo Benevelli. L’uomo e il suo credo, fotografie tratte dall’archivio personale del prete-partigiano. Una mostra a cura del giovane Nicolas Salsotto, studente universitario di fotografia e cinema, con la collaborazione di Claudia Bergia. Orari: da lunedì a venerdì h. 16-20; sabato e domenica h.10-12 e h. 15-20.