Quantcast

La Regione mette in campo un pacchetto da circa 7 milioni di euro per i comuni cuneesi

50 interventi in tutto nel territorio cuneese per opere pubbliche, sicurezza idrogeologica e riqualificazione urbana, energetica ed infrastrutturale

In arrivo in Piemonte i primi fondi europei del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che potenzieranno il pacchetto di investimenti messi in campo dalla Regione Piemonte a favore dei Comuni che devono realizzare interventi per il loro territorio.

7 milioni di euro circa: è questo l’ammontare totale delle cifre deliberate oggi dalla Giunta regionale, che andranno a finanziare 50 interventi di carattere pubblico nel Cuneese. Tali somme sono suddivise su tre linee.

«Questo ingente pacchetto di risorse a favore dei Comuni piemontesi – sottolineano il presidente della Regione Piemonte  Alberto Cirio e l’assessore alle Opere Pubbliche  Marco Gabusi –  è la prima risposta concreta agli sforzi che abbiamo chiesto alle amministrazioni locali per delineare i loro fabbisogni e sfruttare al meglio l’opportunità del Pnrr. Il documento costruito nei mesi scorsi insieme a tutto il territorio è una bussola che ci aiuterà ad orientare gli investimenti, partendo sempre dall’ascolto del territorio e lavorando quotidianamente al fianco dei Sindaci e trovando le risorse anche laddove prima non venivano cercate». 

La prima linea del nuovo pacchetto di investimenti sblocca oltre 3,7 milioni di nuovi investimenti a copertura delle spese per 6 interventi indicati dal territorio nel corso della ricognizione effettuata dalla Regione Piemonte in vista del PNRR e selezionati nel documento ‘Next Generation Piemonte’. Gli interventi riguardano i Comuni di Busca, Carrù, Frabosa Sottana, Limone Piemonte, Morozzo e Venasca.

La seconda thanche prevede, invece, l’erogazione di 1,260 milioni ai Comunicolpiti dalle alluvioni del 2019 e del 2020, in attesa delle risorse dovute dal Dipartimento della Protezione civile, per far fronte alle necessità di interventi di mitigazione del rischio idrogeologico.Le risorse vanno a finanziare 5 interventi nei Comuni di Farigliano, Neviglie, Paroldo, Niella Tanaro e Valdieri.

La terza linea riguarda i contributi che la Regione può erogare a favore dei Comuni in base alla legge 18/1984 per interventi legati alle opere pubbliche di viabilità, edilizia municipale e cimiteriale e illuminazione e ammonta a quasi 2 milioni di euro per 40 interventi nei Comuni cuneesi.