Quantcast

Le “gattine” biancorosse escono sconfitte dalla prima trasferta a Cambiano

Le ragazze di coach Petrelli sconfitte 3-1 nel match con l’InVolley Fiorentini

Dopo il buon esordio stagionale, le ‘gattine’ biancorosse escono sconfitte dalla prima trasferta in calendario nel girone A del Campionato Italiano di Serie B2. Al Pala Woijtila di Cambiano, le padrone di casa dell’InVolley Fiorentini, scese in campo con una squadra giovane che vanta al suo interno numerosi Campioni d’Italia Under 17 della passata stagione, hanno infatti avuto la meglio sulle cuneesi.

Negativo l’impatto alla gara per le ragazze di coach Petrelli, con tanta fatica fin dai primi scambi (8-4). Le cuneesi rientrano in partita aumentando il livello del gioco e, al termine di un lungo turno in battuta di Ulligini, sorpassano le rivali (14-16). Nel finale, però, troppi errori delle biancorosse che servono alle rivali l’1-0 (27-25). Secondo set fotocopia del primo, caratterizzato da troppi errori punto delle ospiti nella costruzione del gioco: l’In Volley Fiorentini si porta sul 2-0 (25-21). Il cambio di atteggiamento delle biancorosse arriva nella terza frazione, con scambi più lunghi e meglio gestiti, grazie alla varietà di colpi in attacco con Battistino, Montabone e Fabbrini che disorientano la compatta difesa delle ragazze di Cambiano: 2-1 (20-25). Proprio quando la gara sembra riaprirsi, l’In Volley entra in campo con grande determinazione, dimostrando grande coesione di squadra in difesa e mettendo in luce la varietà e la precisone dei colpi di attacco dell’opposto Buffone (26 punti). La gara si chiude 3-1 (25-15).

«Quando si commettono tanti errori gratuiti e si fatica a costruire con continuità una trama di gioco diventa tutto più difficile – dichiara Liano Petrelli, responsabile tecnico della Granda Volley Academy -. Ci siamo creati delle opportunità nel primo set ma in generale abbiamo dimostrato poca lucidità e personalità per affrontare una gara in trasferta».

En plein di vittorie per le formazioni Under 16 biancorosse. Netta la vittoria in trasferta per la squadra Rossa di coach Peron che, nel girone A eccellenza, ha avuto la meglio per 3-0 contro il Club76 Play Asti. Dopo un approccio un po’ stentato, evidenziato dai numerosi errori in battuta, le cuneesi riescono a trovare il ritmo e a mettere sotto la squadra di casa, tenendo sempre in mano le redini della gara. Buone sensazioni anche dalla squadra Bianca, protagonista nel girone C con il Volley Saluzzo. Nei primi due set le ‘gattine’ non riescono a graffiare e perdono i pochi punti di vantaggio: le saluzzesi si portano sullo 0-2. Arriva la reazione: 25-13 e 25-14 sono i parziali con cui le padrone di casa accedono al tie-break, specchio di una seconda parte di gara a senso unico. Equilibrio al quinto set, ma sono le cuneesi a sorridere: 3-2 (15-12).

Una vittoria ed una sconfitta per le squadre Under 14. La nota stonata giunge dalle mura amiche della Ex Media 4, con la squadra Rossa di coach Violino costretta alla resa dinnanzi al Club76 Play Asti Gold, squadra in grado di esprimere un alto livello di gioco. Troppi errori nel primo set, poi diverso andamento nel secondo e nel terzo, con ampi spazi giocati ‘punto a punto’. Le astigiane dimostrano maggior concretezza e portano a casa l’intera posta in palio. Il sorriso arriva grazie al vittorioso tie-break della formazione Bianca con il Busca Volley. Successo in rimonta per le ragazze di coach Guerriero che, sotto 1-2, pareggiano il computo dei set e ribaltano la situazione grazie al 15-11 finale.

Il ricco calendario gare del fine settimana si completa con l’esordio dei campionati di Prima Divisione. Buon avvio di stagione per la squadra Bianca: dopo la tensione iniziale, le ragazze di coach Francesconi giocano con grinta e determinazione il resto del match, riuscendo anche nell’intento di rimontare, conquistare e vincere il tie-break. Sconfitta, invece, per la squadra Rossa di coach Peron: molti errori nel primo set, poi il gioco diventa più fluido ed arriva anche la vittoria della terza frazione. Nella quarta frazione, però, le cuneesi non riescono a dar continuità e cedono di misura.