Quantcast

Insidiosa trasferta a Firenze per la Bosca S.Bernardo Cuneo

Le ragazze di coach Pistola saranno di scena questa sera alle 17 al PalaSport di Scandicci, per affrontare le ragazze del Bisonte Firenze reduci da due vittorie consecutive.

Dopo la vittoria di Trento al tie-break la Bosca S.Bernardo Cuneo, ancora a secco di punti tra le mura amiche, va a caccia di un nuovo successo in trasferta. L’ostacolo si chiama Il Bisonte Firenze, il palcoscenico, in attesa dell’ultimazione di Palazzo Wanny, è il palazzetto dello sport di Scandicci, che in passato ha regalato alle cuneesi parecchie soddisfazioni. Nel match valido per la quarta giornata di campionato, con inizio alle ore 17 di sabato 23 (diretta streaming su Volleyball World TV), le cuneesi si troveranno di fronte una squadra in salute, come testimoniano le prime tre partite stagionali, nelle quali le toscane hanno raccolto sei punti e destato ottime impressioni. Per la Bosca S.Bernardo l’impegno di sabato 23 è l’occasione perfetta per dimenticare l’amaro in bocca lasciato dalla sconfitta con Scandicci e avvicinarsi al meglio all’impegno casalingo di domenica 31 ottobre con la Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia, in cui i tre punti saranno un imperativo categorico.

La Bosca S.Bernardo Cuneo è tornata in palestra giovedì pomeriggio per una seduta di tecnica preceduta dall’analisi del match con Scandicci, che ha lasciato alle gatte tanto rammarico per non aver portato a casa nemmeno un set ma anche la consapevolezza di poter dire la loro al cospetto di una delle formazioni più attrezzate del campionato. Se come nella partita d’esordio con Roma gli errori commessi sono stati tanti, numerosi sono stati anche i progressi dimostrati nell’approccio al match e nella capacità di reagire nei momenti di difficoltà. A dimostrarlo la rimonta compiuta nel terzo parziale, quando la Bosca S.Bernardo Cuneo è riuscita a portarsi in vantaggio dopo essere stata sotto di cinque lunghezze. Per fare punti contro Il Bisonte Firenze servirà un’altra prova di questo livello, e per riuscirci coach Pistola confida nel recupero di Degradi e Giovannini, indisponibili nel match con Scandicci a causa di un virus gastrointestinale. Una vittoria al palazzetto dello sport di Scandicci consentirebbe alle cuneesi di mettersi alle spalle le difficoltà di inizio campionato per affrontare con il piglio giusto un novembre di fuoco con le sfide con Novara, Conegliano, Chieri e Monza.

«C’è ancora rammarico per la sconfitta con Scandicci. – ha dichiarato Federica Stufi – Nonostante una formazione rimaneggiata ce la siamo giocata fino alla fine e con più attenzione su alcune palle avremmo potuto sicuramente fare qualcosa di meglio. Mi sono piaciuti molto il nostro carattere e la capacità di reagire nei momenti di difficoltà. Firenze è una squadra molto fisica e spavalda; noi dobbiamo riuscire a imporre il nostro gioco e dare la tranquillità agli attaccanti di rischiare qualche palla con una buona copertura in caso di muro. Ci sono tutti i presupposti per una gara combattuta».

È un Bisonte Firenze in salute quello che si presenta alla sfida con la Bosca S.Bernardo Cuneo. Dopo l’onorevole sconfitta all’esordio con l’Igor Gorgonzola Novara, le toscane hanno centrato due successi consecutivi entrambi con il punteggio di 3-1, il primo domenica 17 al PalaBarton di Perugia, il secondo nell’esordio casalingo stagionale con la Delta Despar Trentino di mercoledì 20. Oltre alle bocche da fuoco Sorokaite e Nwakalor coach Bellano sta ricevendo ottime risposte dal centro, con Beliën e la nuova arrivata Sylves, compagna di Gicquel nella Nazionale francese, in evidenza. Un’ex per parte: Carlotta Cambi ha vestito la maglia di Cuneo nella stagione 2019/2020, mentre Alice Degradi è stata bisontina per una stagione e mezza tra 2018 e 2020.