Quantcast

Flat track, il peveragnese Lorenzo Renaudo 2° nella gara di Coppa Italia

Vittoria sfiorata per il pilota dell'M.C. Bisalta Drivers Cuneo sul tracciato TT di Boves

Boves. Lo scorso weekend il tracciato TT di Boves ha ospitato l’ultima prova del mondiale di specialità e la sesta gara del campionato italiano. Ottima la prestazione del peveragnese Lorenzo Renaudo (M.C. Bisalta Drivers Cuneo) che, nelle gare di Coppa Italia, ha sfiorato la vittoria piazzandosi al secondo posto, dietro a Mirco Delorenzi e davanti a Francesco Maioo.

Per quanto concerne le altre gare, Francesco Cecchini ha vinto la quarta e conclusiva prova del circuito iridato, davanti a Lasse Kurvinen e Gerard Bailo Pelegrin. Il pilota romagnolo era al rientro ufficiale alle gare dopo lo spaventoso incidente occorso il 22 agosto nel prologo mondiale di Diedenbergen, nel quale aveva riportato la frattura scomposta della scapola destra. Il successo nella tappa piemontese si può definire un vero miracolo sportivo, anche per il modo in cui si è materializzato. Dopo una prima manche nella quale Cecchini ha preferito non rischiare, nelle successive uscite si è rivista la guida impeccabile e dai ritmi forsennati del sei volte vincitore della Coppa del Mondo. Nella finalissima, Cecchini ha impiegato tre giri per avere la meglio sul francese Sebastien Jeanpierre, partito davanti a tutti nella ripetizione della batteria, determinata dalla caduta di Kevin Corradetti nel primo via della manche decisiva. Il finlandese Lasse Kurvinen ha concluso in seconda posizione, che gli ha garantito il secondo titolo mondiale consecutivo. Terzo lo spagnolo Gerard Bailo Pelegrin, sesto Kevin Corradetti, che grazie ai risultati delle prime tre gare, è salito sul secondo gradino del podio iridato, conquistando una meritata medaglia d’argento. Alle spalle del diciottenne marchigiano si è piazzato il tedesco Markus Jell, già esperto pilota nella specialità dell’ice speedway. Altri due piloti azzurri nella top ten del mondiale: Daniele Moschini ha concluso al quinto posto, Daniele Tonelli all’ottavo.

L’indomani è andata in scena gara sei del campionato tricolore, con al via alcuni piloti stranieri che avevano disputato nella giornata precedente il mondiale. Gianni Borgiotti ha centrato un tris di successi nelle manche di qualifica, battendo in due occasioni Francesco Cecchini e Kevin Corradetti. Nella finale Borgiotti prende il comando, Cecchini lo insegue ma scivola da solo a terra nell’ultima curva della seconda tornata, per questo viene squalificato. Nella seconda partenza è Corradetti ad avere il miglior spunto in partenza, con Borgiotti che inseguiva a ruota il rivale. Alla quarta tornata, nella curva che segue la chicane ad ‘esse’ del tracciato, Corradetti rallenta improvvisamente, Borgiotti alle sue spalle lo tocca e finisce a terra, l’arbitro lo squalifica dalla nuova ripetizione della manche, che vede Corradetti tagliare per primo il traguardo davanti a Marco Longhin e Matteo Boncinelli. Corradetti scavalca in classifica generale Cecchini, sabato e domenica prossimi si disputano le ultime due prove stagionali ad Agognate (NO).

Classifica gara 4 Mondiale Flat Track
1-Francesco Cecchini (ITA) punti 25; 2-Lasse Kurvinen (FIN) 22; 3-Gerard Bailo Pelegrin (SPA) 20; 4-Markus Jell (GER) 18; 5-Hanson Schruf (AUT) 16; 6-Kevin Corradetti (ITA) 15; 7-Sebastien Jeanpierre (FRA) 14; 8-Daniele Moschini (ITA) 13; 9-Daniele Tonelli (ITA) 12; 10-Adrian Garin Vera (SPA) 10.

Classifica generale Mondiale Flat Track
1-Lasse Kurvinen (FIN) punti 94; 2-Kevin Corradetti (ITA) 80; 3-Markus Jell (GER) 72; 4-Gerard Bailo Pelegrin (SPA) 71; 5-Daniele Moschini (ITA) 66; 6-Sebastien Jeanpierre (FRA) 60; 7-Hanson Schruf (AUT) 52; 8-Daniele Tonelli (ITA) 45; 9-Adrian Garin Vera (SPA) 42; 10-Ervin Krajcovic (RCE) 41.