Quantcast

Domenica prossima a Saluzzo la seconda premiazione della Fedeltà al lavoro 2021

Dopo l'evento dello scorso 26 settembre ad Alba, per "recuperare" la pausa forzata dello scorso anno, la Camera di Commercio organizza un secondo appuntamento nel Marchesato per celebrare coloro che, con l’esempio di una vita dedicata al lavoro, hanno contribuito con impegno costante alla crescita dell’economia locale, nei diversi settori economici.

Il tradizionale appuntamento con la premiazione della “Fedeltà al Lavoro e al Progresso Economico“, riconoscimento che ogni anno dal 1953 la Camera di Commercio di Cuneo organizza per celebrare coloro che, con l’esempio di una vita dedicata al lavoro, hanno contribuito con impegno costante alla crescita dell’economia locale, nei diversi settori economici, nel 2021 raddoppia. Dopo la pausa forzata dello scorso anno, infatti, l’evento è stato diviso in due appuntamenti: il primo che si è svolto ad Alba lo scorso 26 settembre, il secondo che avrà luogo a Saluzzo domenica prossima (24 ottobre).

A partire dalle 9.30 al Palazzetto dello Sport della città candidata a Capitale Italiana della Cultura per il 2024, avrà luogo la 68^ edizione di uno dei massimi riconoscimenti al mondo del lavoro della provincia. L’evento, a cui si potrà accedere soltanto previo invito, ritorna dopo la pausa forzata del 2020 imposta dall’emergenza sanitaria e l’elevato numero dei riconoscimenti da assegnare ha reso necessario prevedere due giornate di premiazioni. La cerimonia saluzzese segue infatti la giornata di premiazione albese dello scorso 26 settembre, nel corso della quale venne tenuto a battesimo il premio “Sostenibilità e Innovazione” attribuito a Pierpaolo Carini e si assegnarono i Sigillo d’Oro a Giacomo Oddero, Nicola Macocco e Terenzio Ravotto.

Domenica 24 ottobre a Saluzzo saranno premiate con il ”Sigillo d’oro” tre personalità che si sono particolarmente distinte nel campo economico e sociale e che hanno dimostrato particolare capacità ed impegno nel settore in cui svolgono la loro attività, vale a dire Aurelia Della Torre, Mario Frandino e Giuseppe Tebano.

Inoltre saranno consegnati 179 diplomi e medaglie di cui 73 ad industriali e commercianti con 35 anni di ininterrotta attività
oppure appartenenti a famiglia titolare di azienda da almeno 80 anni; 55 ad artigiani con 35 anni di ininterrotta attività oppure appartenenti a famiglia titolare di azienda da almeno 80 anni; 51 a coltivatori diretti con 40 anni di ininterrotto lavoro. La cerimonia sarà trasmessa in diretta Facebook sulla pagina della Camera di Commercio.