Quantcast

A Tenda una statua per commemorare le 18 vittime della Tempesta Alex foto

A un anno esatto dalla terribile alluvione che ha colpito la Val Roya, nella cittadina francese è stata eretta una statua che commemora il pastore Paul Giordano e le altre vittime dei tragici fatti del 2-3 ottobre 2020.

Tenda. È stata inaugurata due giorni fa, nel primo anniversario della Tempesta Alex che ha letteralmente devastato la Val Roya, una statua commemorativa di tutte le 18 persone che hanno perso la vita durante quella tragica due giorni di piogge e inondazioni.

Il soggetto principale dell’opera è un pastore che sorregge una pecora con uno sguardo attento e preoccupato. La ragione di tale scelta è stata dettata dalla commemorazione nei confronti di Paul Giordano, pastore del posto che si trovò nel bel mezzo della tempesta e cercò di recuperare tutte le pecore del suo gregge, finendo per essere inghiottito dai flutti e perdere la vita. L’opera, realizzata dall’artista francese di chiare origini italiane Elena Di Giovanni, è stata posizionata non distante dalla cappella, con lo sguardo del pastore rivolto verso il Colle, luogo dove Paul è nato e cresciuto e da cui è scaturita la terribile tempesta che lo ha portato via anzitempo.

La piedana in pietra sulla quale è stata posizionata la statua in bronzo è stata realizzata da Charles Cermollacce e presenta diciotto stelle lucenti che commemorano le diciotto vittime dell’alluvione dello scorso anno. Un’opera straordinaria per rappresentare la memoria di ciò che è stato ma anche un segnale di speranza. Lo sguardo del pastore rivolto verso il Colle può anche essere letto in questi termini: la tragedia è passata, ora occorre ritornare a guardare il Colle di Tenda e la Valle Roya con fiducia, nella speranza che si possa tornare al più presto facilmente in quelle zone, meravigliose e piene di vita.