Quantcast

A Cuneo arriva il “Karting in piazza” dell’Automobile Club

Giovedì 7 e venerdì 8 ottobre Piazza Virginio sarà trasformata in un piccolo autodromo per kart elettrici per far divertire e educare i bambini sulla sicurezza stradale.

Giovedì 7 ottobre dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16, e venerdì 8 ottobre dalle 9 alle 13, in piazza Virginio a Cuneo, l’Automobile Club Cuneo organizza “Karting in piazza”, iniziativa di educazione e sicurezza stradale ideata dall’Automobile Club d’Italia nel 2013. Nell’iniziativa, che si svolgerà nel rispetto di tutti i protocolli sanitari, saranno coinvolti circa 200 bambini delle scuole primarie Nuto Revelli di Cuneo, di Madonna dell’Olmo e dei ragazzi dell’Associazione Con.Te.St oOo, Ambasciata Rebirth – Cuneo, Fondazione Pistoletto Onlus. Sotto la direzione di esperti tecnici di Aci Sport, ai bambini verranno insegnati i rudimenti di educazione stradale sia in teoria che in pratica. Ai “piloti in erba” sarà poi affidato un kart elettrico con il quale muoversi in tutta sicurezza su un percorso appositamente studiato lungo la piazza, protetto e allestito con la segnaletica delle strade vere. Al termine dell’iniziativa, a tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato personalizzato con nomina ad “Ambasciatore della Sicurezza Stradale” ed affidato il compito di diffondere, innanzitutto nelle rispettive famiglie, le “10 Regole d’oro della FIA per la Sicurezza Stradale”, oltre ai gadgets sulla manifestazione ed una mascherina personalizzata con un disegno accattivante.

“L’Automobile Club Cuneo torna ad organizzare un evento che ha riscosso in questi anni un notevole successo in termini di partecipazione di pubblico – sottolineano i vertici dell’Automobile Club Cuneo – ma anche di interesse da parte delle Autorità Politiche e della FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile), tanto che dal 2013 si svolge con grande successo ed ha raggiunto oltre 20mila bambini in circa 50 location selezionate. La finalità di questa manifestazione, che si terrà in uno spazio appositamente allestito e gestito nel rispetto dei protocolli di prevenzione Covid 19 dettati dalla Federazione Sportiva, è quella di diffondere tra i giovanissimi la conoscenza ed il rispetto delle regole stradali, il tutto facendoli divertire a bordo di divertenti mezzi elettrici”.

I bambini riceveranno gadgets personalizzati, tra cui, seguendo i consigli degli psicologi, una mascherina personalizzata con un disegno accattivante nonché l’ambito diploma di “Ambasciatore della Sicurezza Stradale”. Le nozioni fondamentali del codice della strada, l’attenzione alla sicurezza e al rispetto delle regole costituiranno la prima parte dell’iniziativa, quella teorica. Subito dopo, sempre sotto l’occhio vigile degli istruttori, ai piccoli partecipanti sarà data la possibilità di mettere in pratica le nozioni che hanno appreso, divertendosi. Il messaggio trasmesso ai bambini può essere sintetizzato dal motto di molti piloti: “un secondo in meno in pista fa vincere una gara, un minuto in più in strada fa vincere la vita”.

Grazie alla presenza della Croce Rossa Italiana – Comitato di Cuneo, ai bambini sarà anche illustrato l’utilizzo dell’ambulanza e delle apparecchiature in essa presenti, necessarie per effettuare i soccorsi. “Tramite dei kart veloci quanto una bicicletta i bambini saranno chiamati a percorrere un percorso – spiega ancora il direttore dell’Automobile Club Cuneo, Giuseppe De Masi -. Tale sistema di apprendimento, che può definirsi learning by doing, si è dimostrato efficace in molte occasioni. I kart forniti agli alunni saranno a trazione elettrica e quindi ad impatto ambientale zero, a testimonianza di un altro importantissimo compito dell’ACI e della Fia, che è quello di diffondere sempre più una mobilità ecosostenibile, tema a cui anche l’Automobile Club Cuneo vuole avvicinare la popolazione sin dalla più tenera età”.

A dimostrare l’importanza degli obiettivi perseguiti da “Karting in piazza”, il presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) Jean Todt, che ha vi partecipato in due occasioni, ovvero alla manifestazione conclusiva del tour 2013 tenutasi a Lecce ed alla tappa tenutasi a Giugno 2016 nell’ambito della World Conference FIA Sport ha dichiarato: “Affrontare il tema della sicurezza stradale significa attivare un sistema di interventi. Dalla responsabilità di chi guida, alla qualità delle strade, agli standard attivi e passivi delle auto. Sul fronte del comportamento al volante, una manifestazione come questa sensibilizza i conducenti di domani sull’importanza del rispetto delle regole per una mobilità più responsabile e consapevole, anche attraverso i valori dello sport”.