Quantcast

Scrittorincittà è pronta a “Scattare” con la XXIII edizione

La tradizionale rassegna culturale e letteraria della Città di Cuneo di quest'autunno avrà come tema portante la parola "Scatti". Ventitreesima edizione in programma dal 17 al 21 novembre.

Cuneo. È tutto pronto per la XXIII edizione di scrittorincittà, la tradizionale manifestazione che porta ogni anno in città i grandi nomi della cultura e della letteratura. L’edizione 2021 si svolgerà dal 17 al 21 novembre e avrà come filo conduttore la parola “Scatti”, attorno alla quale gli autori italiani e stranieri saranno come sempre chiamati a esprimersi, riflettere e confrontarsi.

Scatti, come balzi, come salti per andare avanti dopo mesi di immobilità fisica. Scatti in avanti per la scoperta, scatti d’ira contro le offese agli ultimi e scatti di orgoglio per riannodare la giustizia. Accelerazioni per rimettere in sesto il pianeta o il pezzetto di pianeta intorno a noi. Scatti come i clic delle istantanee – dell’universo e di casa nostra – perché la realtà è sempre più complicata e ha bisogno di album infiniti per essere catturata. Scatti rubati. Scatti che non hanno frontiere. Protagonisti del festival sono autrici e autori che gli scatti provano a farli. Storie che si muovono in territori inesplorati o racconti del nostro quotidiano catturati con occhi nuovi, coraggiosi. Per i bambini, per i ragazzi gli scatti sono la vita stessa, il loro modo di stare al mondo. È il momento di andare avanti, insieme: pronti agli scatti.

Come ogni anno scrittorincittà proporrà incontri, reading e laboratori per adulti, ragazzi e bambini con scrittori, giornalisti, artisti e protagonisti di tutti gli ambiti: dalla letteratura all’arte, dallo sport al cinema, dalla scienza alla musica. Quest’anno, compatibilmente con l’evoluzione dell’attuale situazione sanitaria, lo farà con modalità ibride, con alcuni incontri online e altri in presenza, diffusi in varie sedi della città di Cuneo, alcuni dei quali trasmessi anche in streaming per dar modo anche al pubblico lontano di seguire, in un anno che impone la contingentazione dei posti a sedere negli spazi fisici.

Come sempre, centrale nella missione che il festival letterario cuneese si propone di portare avanti, è la promozione della lettura per tutti, adulti e bambini. Per questo è tra i festival in Italia che dedica maggior spazio agli appuntamenti per i ragazzi, con un ricchissimo programma per le scuole, da quelle per l’infanzia alle superiori, che anche quest’anno non mancherà.

Scrittorincittà sarà poi anche l’occasione per premiare i migliori esordienti nella letteratura, e consegnerà il Premio Città di Cuneo per il primo romanzo a Fabiano Massimi per il suo L’angelo di Monaco (edito da Longanesi). L’autore insieme agli altri finalisti (Simona Tanzini, Maurizio Mattiuzza, Martina Attili) incontreranno i lettori cuneesi in un incontro a loro dedicato.