Quantcast

Rifreddo, quasi 5000 euro per l’acquisto di nuovi libri alla biblioteca comunale “Ernesta Cena”

Fondi messi a disposizione dal Comune grazie ad un finanziamento del Ministero della Cultura

Buone notizie per gli amanti della lettura rifreddesi e per le scuole cittadine. In questi giorni, infatti, dal Ministero della Cultura, è arrivata la notizia che alla piccola biblioteca comunale rifreddese “Ernesta Cena” è stato assegnato un contributo di 4.600 euro.

Un mesetto fa – ci spiegano il vice-sindaco Elia Giordanino e la consigliera comunale Valentina Cesano che hanno seguito l’iter dell’erogazione – grazie al Sistema Bibliotecari di Fossano, di cui la nostra biblioteca fa parte, siamo venuti a conoscenza che era stato ri-istituito il Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali e che i comuni in cui ci sono biblioteche pubbliche potevano ripresentare domanda per accedere a dei finanziamenti.

Abbiamo, ovviamente, presentato domanda e così adesso possiamo avere qualche soldino in più per comprare dei nuovi libri. Inoltre, abbiamo già preso contatti con le scuole cittadine in modo da aumentare la sezione bambini e ragazzi e consolidare l’utilizzo dei locali della biblioteca anche dai bambini e dagli insegnanti”. I fondi infatti dovranno essere esclusivamente spesi per l’aumento della dotazione libraria della biblioteca e non potranno, pena la restituzione, andare a sopperire ad altre esigenze della stessa.

“Preso atto del finanziamento – aggiunge il sindaco Cesare Cavallo – abbiamo immediatamente fatto partecipi i volontari che gestiscono la nostra istituzione culturale, la scuola dell’infanzia, la scuola elementare e tutti i cittadini in modo da coinvolgerli nella scelta dei futuri libri da acquistare. Siamo inoltre particolarmente contenti del contributo perché si aggiunge a quello di circa 2200 euro che ci siamo aggiudicati l’anno scorso e insieme agli investimenti comunali degli ultimi anni in scaffalature e dotazioni informatiche ci consente di completare un processo di rinnovamento dell’offerta della biblioteca Ernesta Cena”