Quantcast

L’8 settembre online l’Open Day del M.I.P. per tutti coloro che desiderano mettersi in proprio

Il programma Mettersi In Proprio, messo in atto dalla Regione Piemonte e finanziato attraverso il Fondo Sociale Europeo, organizza un webinar gratuito per dare risposte concrete a tutti coloro che sono interessati a lavorare in autonomia.

Per tutti coloro che fossero interessati ad avviare un’attività lavorativa in proprio di qualunque tipo, è possibile partecipare all’Open Day online gratuito organizzato da “M.I.P. – Mettersi In Proprio“, il programma della Regione Piemonte, finanziato con il Fondo Sociale Europeo 2014-2020, destinato a dare consigli utili e sostegno effettivo a tutti gli aspiranti lavoratori autonomi. Partecipando all’evento online del prossimo 8 settembre si potrà avere contezza di tutte le opportunità di occupazione rese possibili dal programma.

Per partecipare occorre compilare l’apposito form a questo link. Dopodichè gli interessati verranno contattati per fissare una videochiamata durante la quale un incaricato illustrerà tutte le opportunità del M.I.P. e risponderà a tutti i quesiti degli aspiranti imprenditori. Da non dimenticare, infatti, l’attività dello sportello M.I.P. presso l’Associazione Commercianti Albesi, che, al 31 agosto 2021, ha fornito più di duemila ore di consulenza agli oltre 150 aspiranti imprenditori, una quarantina dei quali ha poi effettivamente avviato una propria attività, specialmente nei settori commercio, ristorazione, accoglienza turistica, consulenza e servizi. Nell’intera Regione Piemonte, nel corso degli anni, sono più di 900 le imprese avviate grazie al programma M.I.P.

Al programma M.I.P. possono partecipare persone disoccupate, inattive, occupate di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Esse devono avere l’intenzione di aprire un’attività imprenditoriale o di lavoro autonomo con sede legale in Piemonte, inoltre non essere titolari o soci di imprese già operanti nello stesso settore, nonché risiedere o avere domicilio nella regione. «Il programma M.I.P. – dichiara Silvia Anselmo, vice direttore ACA – si è rivelato estremamente interessante per chi intende avviare un’attività. Lo sportello operativo presso A.C.A. accompagna l’aspirante imprenditore nel percorso verso la creazione della propria impresa, aiutandolo inoltre a predisporre il business plan, che oggi viene richiesto non solo in questo caso per documentare la solidità di un progetto imprenditoriale agli esordi, ma anche, ad esempio, dalle banche quale presupposto essenziale per consentire l’accesso al credito. Il percorso M.I.P. è ormai divenuto un punto di riferimento per chi, soprattutto in periodi di difficoltà del mercato del lavoro, ha intraprendenza e voglia di mettersi in gioco».