Quantcast

In tanti alla giornata della Polisportiva Peveragno ’85. Il presidente: “avanti così!” foto

Più di 80 giovani e giovanissimi hanno potuto mettersi alla prova giocando a tennis, pallapugno, bocce, calcio, pallavolo, e sperimentando l'arrampicata, la ginnastica e il parkour. Il numero 1 del sodalizio Alessandro Poma Genin: "Siamo ripartiti, e ce n'era bisogno"

Ieri (domenica 19 settembre) a Peveragno presso il Centro Sportivo situato in Regione Miclet, si è tenuta la manifestazione sportiva “Conosciamo i Nostri Sport” organizzata dall’ASD Polisportiva Peveragno ’85.

La giornata aveva lo scopo di far conoscere a bambini e ragazzi le discipline sportive praticabili a Peveragno, dando ai partecipanti la possibilità di cimentarsi in ognuna di esse. Più di 80 sono stati i giovani e giovanissimi che, a turno e suddivisi in gruppi, hanno potuto mettersi alla prova giocando a tennis, palla pugno, bocce, calcio, pallavolo, e sperimentando l’arrampicata, la ginnastica e il parkour. A conclusione di tutte le attività, una lotteria che aveva come primo premio una bicicletta.

Il presidente dell’ASD Polisportiva Peveragno, Alessandro Poma Genin, commenta così il successo di questo evento che l’anno scorso, a causa delle restrizioni imposte dalla normativa contro la diffusione del contagio da Covid-19, non aveva potuto avere luogo: “Siamo ripartiti, e ce n’era più che bisogno! Abbiamo verificato le disposizioni governative e vista la possibilità di farlo, è stata organizzata la giornata di Conosciamo i nostri sport ai Miclet. Con la partecipazione di tanti volontari insieme al Direttivo della Polisportiva e la presenza di quasi tutti gli sport che fanno attività al centro sportivo, un centinaio tra ragazzi e accompagnatori si sono alternati nelle varie discipline dal mattino a dopo merenda, come sempre offerta dalla Lekkerland. L’estrazione di alcuni premi, offerti dagli affezionati commercianti del nostro paese, tra i ragazzi partecipanti ha concluso la giornata. Qualche piccolo incidente di percorso a cui ha sopperito la nostra CRI ma diversamente  è andato più che bene. Un grazie enorme a tutti, per il contributo di prezioso tempo, di grande disponibilità, di tanta pazienza, di sano sudore. Abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo, andiamo avanti così! Alla prossima uscita.”