Quantcast

In partenza a Cuneo laboratori di teatro fisico per adulti e bambini, con Silvana Scotto

Dal mese di ottobre presso lo Spazio BioDiversity, in via Busca 3 a Cuneo, partono i laboratori di teatro fisico per adulti e bambini condotti da Silvana Scotto, attrice e formatrice teatrale nata come mimo e artista di strada e poi specializzatasi nell’arte del teatro, dal gestuale al vocale, dal racconto all’immagine performativa.

Dal mese di ottobre presso lo Spazio BioDiversity, in via Busca 3 a Cuneo, partono i laboratori di teatro fisico per adulti e bambini condotti da Silvana Scotto, attrice e formatrice teatrale con esperienza pluriennale. I percorsi sono focalizzati sulla coordinazione corporea e di gruppo, sull’improvvisazione e sulla ricerca, secondo il Metodo Lecoque. Per informazioni è possibile chiamare il numero 349.5666703, scrivere alla mail lestranestorie@yahoo.it o consultare il sito www.silvanascotto.com.

Le lezioni per adulti, adatte sia a chi ha già calcato le scene sia ad appassionati che si avvicinano per la prima volta al teatro, si tengono al mercoledì dalle ore 20.30 e prevedono nozioni su improvvisazione e coordinazione, introspezione e cooperazione, l’approfondimento della tecnica del mimo e elementi di danza. Il percorso termina a maggio con una messa in scena aperta al pubblico.

Il corso per bambini, intitolato MiniMimi, è aperto alla fascia di età dai 4 agli 11 anni e si svolge il venerdì dalle ore 17: ai bambini vengono proposte attività per “riprendersi” lo spazio per muoversi, in un periodo in cui sono sottoposti a numerose restrizioni durante le ore scolastiche. Con la giusta attenzione e i piccoli numeri dei presenti, i bambini potranno giocare nel rispetto delle normative Covid-19 con consapevolezza e libertà: giochi di osservazione, coordinazione di gruppo e del proprio corpo, il racconto, l’improvvisazione o la messa in scena.

Lo spazio in cui si svolgono le lezioni è accogliente e ampio, con pareti in terra cruda, angoli smussati e parquet in legno.

La docente è Silvana Scotto, nata come mimo e artista di strada e poi specializzatasi nell’arte del teatro, dal gestuale al vocale, dal racconto all’immagine performativa.