Quantcast

Dronero, ripresa delle attività di Blink Circolo Magico con la partecipazione di Mago Fax

Prossimo appuntamento con gli spettacoli al Teatro Iris di Dronero, sabato 6 novembre 2021 con l’illusionista Zapotek e Denise.

Dronero.  “Io continuo a stupirmi. È la sola cosa che mi renda la vita degna di essere vissuta” dichiarava Oscar Wilde, e proprio lo stupore è il filo conduttore che da sempre anima Blink, il circolo magico di Dronero, che venerdì alle ore 21 ha ripreso la sua attività. Tanti i soci presenti venuti da tutta la provincia per inaugurare la stagione magica e applaudire la conferenza di Mago Fax, al secolo Carlo Faggi. Scuola, incontri, laboratori, conferenze, spettacoli, solidarietà: Blink è una vivace realtà sul territorio e sono rare simili entità così strutturate e organizzate. Dal 2014, anno della costituzione, l’associazione è diventata un punto di riferimento sociale e culturale per la città di Dronero e la sempre più turistica Valle Maira.
Milanese, noto per aver redatto negli anni 80 “Stupire” la prima enciclopedia italiana sull’arte magica e per aver inventato “l’illisionarium” il grande Luna Park della mente, Carlo Faggi non ha timore di svelare il suo segreto della meraviglia: «Condivido pienamente questo “pensiero” di Einstein: chi non è più in grado di provare né stupore né sorpresa è per così dire morto; i suoi occhi sono spenti. E siccome mi sono accorto che molti hanno trascurato di allenarsi a questa pratica salutare, propongo loro delle brevi sezioni di addestramento per far riaffiorare il piacere dello stupore e della meraviglia. Non ho un metodo particolare ma mi propongo così come sono: un vecchietto che non ha smesso di giocare e divertirsi e che cerca compagni di gioco nel suo pubblico che, quasi sempre, si lascia coinvolgere facendo rivivere il bambino un po’ sopito che hanno dentro».
Un invito ad allenare la propria meraviglia utile come non mai in questo momento storico in cui l’arte magica può avere un ruolo importante: «La magia delle nostre illusioni, della musica – continua Carlo Faggi – la magia del teatro, delle lettere, del Cinema e la magia di tutte le arti saranno il grande “motore” che non teme nessuna pandemia e che ci farà ritrovare la gioia di stare assieme e condividere le nostre passioni».