Quantcast

Cuneo, protesta contro il Green Pass di fronte all’ufficio scolastico della Provincia

Una cinquantina di persone hanno manifestato stamattina contro l'obbligo della Certificazione Verde per il personale scolastico.

Più informazioni su

Cuneo. Il primo giorno dell’anno scolastico 2021-22, che ha segnato il ritorno in presenza nelle scuole da parte di tutti gli studenti si è aperto con una protesta anti-Green Pass obbligatorio di fronte all’ufficio scolastico della Provincia. Come riporta L’Ansa, infatti, una cinquantina di persone, per lo più insegnanti, ma anche genitori e dipendenti scolastici, hanno protestato contro l’obbligo della Certificazione Verde per lavorare.

Tra gli slogan più ascoltati c’erano “Giù le mani dai bambini” e “Libera scelta”, oltre a molti cartelloni che dichiaravano l’insufficienza di risposte adeguate al contrasto del virus nelle scuole e nei trasporti, considerati il vettore di contagio più pericoloso per gli studenti. La tesi portata avanti dai manifestanti è stata quella per cui il Green Pass “non fa nulla per tutelare la salute ma discrimina e basta”.

Tra gli insegnanti presenti, anche molti che hanno dovuto rinunciare alla propria cattedra perchè senza certificato verde. In molti hanno dato la disponibilità a fare due tamponi a settimana pur di poter continuare a lavorare. Buona parte del personale della scuola presente alla manifestazione ha aderito allo sciopero indetto da due sigle sindacali minori, quindi non è dovuto andare a scuola.

Ricordiamo che in Provincia di Cuneo sono circa 35o (su circa 10 mila in totale)  i lavoratori scolastici (divisi tra insegnanti, bidelli, personale amministrativo e tecnici) che non sono in regola con il Green Pass e che per questo, ad oggi, non possono lavorare.

Più informazioni su