Quantcast

Busca, porte aperte all’Istituto musicale Vivaldi sabato 2 ottobre

Curata dall’Academia Montis Regalis, alle ore 14.30 la scuola presenta i corsi e le iniziative del prossimo anno scolastico

Prenderà avvio nel prossimo ottobre l’anno scolastico 2021/2022 del civico istituto musicale “Antonio Vivaldi” con la nuova gestione affidata alla Fondazione Academia Montis Regalis. Il Comune ha infatti affidato l’esternalizzazione della scuola comunale all’ente con sede a Mondovì per i prossini tre anni scolastici. La Fondazione si occuperà anche delle iniziative di IntelligenteMente e della gestione della prestigiosa sede nel Palazzo della Musica in piazza della Rossa.

In vista del nuovo anno, la scuola terrà una giornata di porte aperte, sabato 2 ottobre alle ore 14.30,  in piazza della Rossa, in cui tutti potranno avere informazioni sui corsi e sulle iniziative previste.

“Diamo il benvenuto – dice il sindaco Marco Gallo – allo staff della Fondazione Monte Regalis, a cominciare dal suo presidente Fabrizio Berta e dal suo direttore Maurizio Fornero. Il progetto presentato dalla Fondazione nasce dalla sua esperienza di respiro internazionale, che contemporaneamente è radicata nella provincia di Cuneo e dimostra di comprendere appieno il nostro bisogno di un piano culturale in continuità con la storia del nostro Istituto musicale. Collaboreremo al massimo per essere insieme motori di iniziative educative, culturali, concertistiche e anche di divulgazione multidisciplinare. Invito i buschesi piccoli e grandi a venire a far parte di questa importante realtà culturale cittadina”.

“Ringrazio – dice il nuovo direttore, maestro Maurizio Fornero – l’amministrazione comunale e tutti coloro che nel corso degli anni si sono spesi per far crescere questa importante realtà. Intendiamo portare avanti i programmi artistici e culturali che caratterizzano l’offerta didattica e nel contempo inquadrarli in un progetto di ampio respiro, modulato alla luce delle più accreditate esperienze di formazione musicale e già condiviso da altre importanti scuole del territorio piemontese, con le quali sarà possibile intessere rapporti di sinergia a beneficio degli allievi e delle loro famiglie”.

“La Montis Regalis – tiene a precisare ancora Fornero – aveva già in corso diverse collaborazioni con enti ed associazioni buschesi, come quelle con l’associazione Musiké e il Comune per il Concorso musicale internazionale Alpi Marittime Città di Busca, con lo stesso Vivaldi per il corso di formazione orchestrale barocca, con il castello del Roccolo e con l’Istituto Comprensivo per i concerti dell’Orchestra provinciale delle scuole medie”.

Informazioni e iscrizioni
www.istitutomusicalevivaldibusca.it
telefono: 0171.956428
e-mail: segreteriabusca@academiamontisregalis.it
La Segreteria è aperta dal lunedì al venerdì, dalle ore 14,30 alle 18,30
Direttore Maurizio Fornero
Vice-direttore Dino Bosco
Segretaria amministrativa Daniela Mottura

Il progetto formativo
L’Istituto Vivaldi, autentico centro gravitazionale di Busca e del suo territorio, consente a chiunque di apprendere la musica, a prescindere dall’età e dal livello di formazione desiderato, stimolando le doti di ciascuno attraverso collaudati percorsi individuali e collettivi. In programma anche laboratori di teatro e corsi di danza di cui si daranno informazioni più dettagliate a breve. La nuova gestione darà anche avvio appena possibile ai corsi di IntelligentemMente.

Corsi di musica
Per i bambini in età prescolare c’è un ventaglio di proposte che abbinano al gioco le prime esperienze ritmico-sonore in un contesto di sviluppo armonico del fisico e della mente.

Dai sette anni è poi possibile accedere ai corsi collettivi di vocalità e ritmica e alle lezioni individuali dello strumento musicale prescelto, sia in ambito classico che moderno. Le lezioni individuali costituiscono la struttura portante di un percorso didattico, che può accompagnare fino all’età adulta e convergere, per chi lo desidera, nei corsi di laurea in Musica nei conservatori.

Sempre a partire dai sette anni di età è possibile prepararsi per un intero anno all’eventuale inserimento nel Coro Voci Bianche dell’Istituto.
Dai 15 anni è il momento del Coro Giovanile, aperto a ragazze e ragazzi che amano cantare insieme e che vogliono vivere un’esperienza musicale e umana assolutamente entusiasmante.

È comunque possibile iscriversi a qualsiasi età – non è mai troppo tardi – poiché i programmi sono modulari e quindi adattabili alle più varie esigenze di apprendimento. Inoltre saranno sempre proposti corsi collettivi finalizzati a fornire a ogni studente le basi teoriche necessarie per affrontare il proprio percorso, sia in ambito classico che moderno.

Nel corso dell’anno non mancheranno, come sempre, le attività di musica moderna d’assieme, di orchestra, di flamenco, di jazz e altri innovativi laboratori, frutto della feconda collaborazione con altre rinomate scuole di musica del Piemonte.

Maurizio Fornero

Il maestro Maurizio Fornero è stato nel 1992 l’unico rappresentante italiano alle finali dell’European Organ Festival di Bolton (Gran Bretagna). Docente di Basso Continuo presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino dal 2005 al 2017, attualmente è direttore gestionale della Fondazione Academia Montis Regalis, della scuola comunale di Musica di Mondovì e dell’Istituto G. Verdi di Asti. Ha inciso numerosi cd per differenti case discografiche ed è fondatore dell’ensemble strumentale “I Musici di Santa Pelagia”. Svolge da anni un’intensa attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche che lo ha portato ad esibirsi in festival nazionali ed internazionali di musica antica e barocca in Spagna, Belgio, Olanda, Torino, Cremona, Froville.

L’istituto musicale “Antonio Vivaldi”
Il Vivaldi, così lo si chiama famigliarmente a Busca, è un’istituzione pluridecennale. Dal 1981 è promotore, con il Comune, di stagioni concertistiche e attività di diffusione della cultura e della didattica musicale, fondamentale realtà artistica. In tuti questi anni ha continuato a formare generazioni di musicisti professionali ed amatoriali e costituisce un polo di formazione e un centro di incontro che si vuole rilanciare e valorizzare. Riconosciuta nel 1991 dall’assessorato regionale all’Istruzione, nata come emanazione diretta del Comune, la scuola è poi passata nel 2002 sotto la gestione dell’Istituzione comunale culturale, ente strumentale del Comune con un autonomo cda e bilancio proprio.

Il Palazzo della Musica
Le attività del Vivaldi proseguiranno nella sede prestigiosa del Palazzo della Musica. Il restauro dell’edificio fu inaugurato il 29 gennaio 2006, costò al Comune circa 700mila euro, provenienti  da risorse proprie e da contributi della Fondazione CRC (per 255mila euro) e dalla Regione Piemonte (25mila euro).

Dal 1762 (anno in cui il Comune venne insignito dal duca Carlo Emanuele III di Savoia del titolo di Città come segno di riconoscenza per la fedeltà dimostrata durante la guerra con la Francia) per oltre centocinquant’anni il palazzo, al centro della centrale via Umberto I, affacciato su piazza della Rossa, fu la sede municipale. Dopo aver ospitato per un certo periodo anche le carceri e, poi, un istituto di credito, divenne successivamente sede delle scuole elementari e della biblioteca civica.

La Fondazione Academia Montis Regalis
La Fondazione Academia Montis Regalis onlus è stata creata nel 1992 a Mondovì, sua attuale sede, naturale evoluzione dello storico Istituto di Musica Antica Cordero di Pamparato ed è stata riconosciuta dalla Regione Piemonte. Nel 1994 la Fondazione ha dato vita a corsi di formazione orchestrale barocca e classica. Organizza Mondovimusica, stagione concertistica che ogni anno da ottobre a giugno propone un calendario di concerti che spaziano nei vari generi musicali e il Festival dei Saraceni di Pamparato,, un’importante rassegna di musica antica. L’Orchestra della scuola è considerata una delle migliori compagini orchestrali con strumenti antichi a livello internazionale.