Quantcast

Busca, domenica atteso al Civico il violinista Vadim Tchijik

Concerto per violino e pianoforte domenica 26 settembre alle ore 21. Organizza l'associazione Amici della Musica per la seconda parte della XVII stagione artistica “Musicaè”

Il 26 settembre alle ore 21 al Teatro Civico, l’associazione Amici della Musica, con il patrocinio della Città, riprende l’attività dopo la pausa estiva con un violinista di grande fama, Vadim Tchijik, in duo con la pianista Armine Varvarian.

“Siamo orgogliosi – dicono il sindaco, Marco Gallo, e  il presidente dell’associazione culturale buschese Antonello Lerda – di poter offrire al nostro pubblico una serata di prestigio con il grande violinista Vadim Tchijik, che  si è esibito in tutto il mondo, nell’ambito di primarie rassegne e stagioni concertistiche”.

“Sono frequenti – spiega Lerda – le sue presenze radiotelevisive sulle maggiori emittenti mondiali, come France Musique, Radio Classique, NHK, France 3, Mezzo, Rai. I suoi concerti sono trasmessi in Europa, America e Asia. Sarà accompagnato da una pianista di livello come Armine Gasparian-Varvarian, che vanta anch’essa un’attività concertistica internazionale. Ricominciano così al Civico i nostri appuntamenti, in sicurezza grazie al gree pass, con un evento davvero notevole. Annuncio anche che il concerto successivo si terrà venerdì 8 ottobre, sempre al Teatro Civico alle ore 21,  con il Quartetto di Praga Ensemble Martinu”.

L’ingresso è libero, con precedenza ai soci. Occorre la prenotazione al numero 339.6013250  e il possesso della certificazione verde (greenpass). Grazie al sostegno di Sedamyl e Fondazione CRT

Vadim Tchijik
Ha inciso per Lyrinx, Exton, Polymnie, DOCdata del Benelux e nel 2006 ha partecipato in Giappone a una serie di registrazioni per i 250 anni dalla nascita di Mozart.
In ambito cameristico ha collaborato fra gli altri con Pieter Wispelwey, Emmanuel Pahud, Jean-Claude Pennetier, Marielle Nordmann, Georges Pludermacher, Philippe Bernold, David Geringas, Anne Queffelec, Alain Meunier, Cedric Tiberghien, Marc Coppey, Bernard Soustrot, Michel Arignon, Alexander Melnikov, Alban Gerhardt, Michel Lethiec, Dominique De Williencourt, François Salque, Thierry Caëns, Yves Henry.
Nel 2004 la rivista francese Diapason gli ha dedicato una pagina intitolata “Already Maestro” e nel 2010 ha avuto la copertina di String Magazine.
È direttore artistico dell’International Music Festival di Hyères, Les Musicales de Saint-Martin, L’Automne Musical du Vesinet e Les Heures Musicales de Binic in Francia.
Attivo come docente di masterclass internazionali, è fondatore e direttore dell’ensemble Les Virtuoses. Suona un violino di Ferdinando Gagliano, costruito a Napoli nel 1775.

Armine Gasparian-Varvarian
Ha iniziato gli studi a Erevan (Armenia) con Zemfira Barseghian ed è poi entrata al Conservatorio Nazionale e Regionale di Marsiglia nella classe di Pierre Barbizet, ottenendo la Medaglia d’oro, e successivamente al Conservatorio Nazionale e Superiore di Parigi nella classe di Dominique Merlet. Ha ottenuto il Diploma di merito alla Palma d’Oro International Competition (Final Ligure) ed è arrivata in finale al Concorso di Vercelli.
Ha ottenuto la cattedra al Conservatorio di Parigi (XV distretto) e nel 2008 ha fondato insieme a Geneviève Ibanez il Musical Contemporary Week-end. È regolarmente invitata come docente in corsi estivi e come membro di giuria in concorsi internazionali.
Si è esibita come concertista in Francia e all’estero. Fra le collaborazioni artistiche si segnalano quelle con Laurent Korcia, Dominique de Williencourt, Brigitte Fossey, Quatuor Elysée, François Salque, Amanda Favier, Vadim Tchijik, Hae Sun Kang, Béata Halska, Sergeï Kalinine.
Ha fondato nel 2008 il festival L’Eure Poétique et Musicale in Normandia ed è direttrice artistica dell’Automne Musical de Taverny.

Il programma del concerto
Vadim Tchijik violino
Armine Gasparian-Varvarian pianoforte

Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791
Sonata n. 22 in la maggiore per violino e pianoforte, K 305 Allegro molto
Tema con Variazioni. Andante grazioso
Ludwig van Beethoven 1770-1827
Sonata per violino e pianoforte n. 5 in fa maggiore, op. 24 “La primavera” Allegro
Adagio molto espressivo
Scherzo. Allegro molto
Rondò. Allegro ma non troppo
Antonín Dvo?ák 1841-1904
Sonatina in sol maggiore per violino e pianoforte, op. 100 Allegro risoluto
Larghetto
Scherzo: Molto vivace – Trio
Finale: Allegro