Quantcast

Busca, all’asilo di Castelletto prende il via il progetto “Didattica Outdoor – tuttogreen”

“Una buona notizia che premia la nostra volontà di percorrere tutte le strade per far giungere nuove risorse, rivolte a migliorare gli ambienti scolastici dedicati ai bimbi che frequentano la struttura" dice Roberto Fusta, presidente dell’ente

Busca. La fondazione della Cassa di Risparmio di Torino ha riconosciuto all’ente Asilo Infantile di Castelletto di Busca un contributo per la realizzazione del progetto “Didattica Outdoor – tuttogreen” che prevede un intervento di recupero del cortile posto a nord dell’edificio in modo da renderlo fruibile per la didattica.

“Una buona notizia – dice Roberto Fusta, presidente dell’ente Asilo di Castelletto – premia la nostra volontà di percorrere tutte le strade per far giungere nuove risorse, rivolte a migliorare gli ambienti scolastici dedicati ai bimbi che frequentano l’asilo. Ringrazio, Giovanni Quaglia, presidente della fondazione CRT e tutto il consiglio di amministrazione per questa nuova assegnazione di risorse. Ci tengo a sottolineare – prosegue Roberto Fusta – come il progetto sia stato sviluppato in stretta collaborazione con il dirigente scolastico di Busca, Davide Martini, che come sempre non si sottrae mai alle nostre sollecitazioni, mettendo a disposizione la sua professionalità”.

I lavori relativi al progetto dovrebbero partire a breve, con un primo lotto che prevede la realizzazione di una scogliera e un cordolo con elementi di mitigazione, la realizzazione di un nuovo prato verde con impianto di irrigazione. In un secondo tempo, probabilmente in primavera, l’istallazione di un pergolato con banchi per l’attività didattica all’aperto e nuovi giochi.

“Per completare il progetto le risorse assegnate non sono sufficienti – conclude Roberto Fusta – abbiamo inoltrato la richiesta di nuovi contributi ad altri istituti bancari e all’amministrazione comunale sperando che vadano a buon fine”.

Inoltre sempre dall’asilo si ricorda che è possibile ottenere una riduzione del costo del buono pasto della mensa, con la presentazione della dichiarazione ISEE presso gli uffici comunali di competenza, che poi comunicano all’ente Asilo i nominativi dei beneficiari. La riduzione è relativa al solo anno scolastico, pertanto va rinnovata di anno in anno, se permangono i requisiti per ottenere la riduzione.