Quantcast

Bagnolo Piemonte, finanziato il “Progetto sentieri”

Escursioni in bicicletta e con gli scarponi ai piedi alla scoperta del comune

Il “Progetto sentieri” è stato finanziato dal GAL Tradizione delle Terre Occitane. Si tratta del progetto sulla sentieristica presentato dal Comune di Bagnolo Piemonte con escursioni in bicicletta e con gli scarponi ai piedi per scoprire il comune.

Grazie ad un contributo di circa 80.000 € saranno attrezzati tre percorsi escursionistici che toccano i luoghi più interessanti del nostro territorio montano.

Ora partirà la fase di progettazione esecutiva, che deve concludersi entro 90 giorni e nella primavera del 2022 potrebbero verosimilmente essere realizzati i lavori previsti.

Il primo percorso parte ed arriva all’ex stazione ferroviaria di Bagnolo, intersecandosi con la ciclabile recentemente inaugurata ed è pensato per le bici. Trattandosi di un anello di quasi 40 chilometri che si sviluppano su 1300 metri di dislivello, pur non presentando particolari difficoltà tecniche, è destinato ai bikers allenati o a coloro che sono muniti di una mtb a pedalata assistita. Sul percorso si trovano il Castello di Bagnolo, il Monastero Dominus Tecum, le meire partigiane, la panchina gigante di Rucas, le cave, il Santuario di Madonna della Neve e altro ancora.

Il secondo è un percorso escursionistico, anche questo ad anello, che parte da Rucas. Porta il visitatore ad immergersi nella realtà degli alpeggi e lambisce la parete del Monte Rumella.

Il terzo è un classico dell’escursionismo bagnolese un po’ rivisitato: la camminata, infatti, porta al Col Bernard, un balcone prativo che si apre improvvisamente su una magnifica immagine del Monviso.

Il tutto sarà attrezzato con cartelli, bacheche informative, aree attrezzate, un percorso per i disabili (in località Montoso), e stazioni di ricarica per le e-bike.

“Dopo la “Via della Pietra” si è pensato di arricchire l’offerta turistica con alcune proposte – riferisce l’amministrazione comunale – che riteniamo particolarmente suggestive, destinate a portare escursionisti e cicloturisti a scoprire il territorio bagnolese. L’anello ciclistico trae spunto dalla consapevolezza che lo straordinario successo delle e-bike, consenta oggi a moltissimi utenti di misurarsi con percorsi che sino a pochi anni fa sarebbero stati destinati ad un pubblico di appassionati molto selezionato. Questo progetto è nato e cresciuto da un gruppo di persone che a partire dal 2019 si sono trovate diverse volte in Comune per metterlo a punto. Alcuni hanno prestato la loro opera di appassionati (dipendenti comunali compresi!) anche per “segnare” i sentieri, realizzare le cartine e predisporre la documentazione da presentare in Regione. A tutti loro un grandissimo GRAZIE!”