Quantcast

Avviso esplorativo del Comune di Cuneo per la gestione del piano terra di Palazzo Santa Croce

La mobilitazione dell'Amministrazione ha il compito di ricercare e stimolare le presentazioni di progetti di gestione da parte dei privati, per poi instaurare un eventuale partenariato ufficiale.

A circa un anno e mezzo dall’avvio di ForHeritage, il progetto dell’Unione Europea volto a sostenere e implementare gli investimenti nella gestione dei siti di interesse culturale nelle città, grazie al quale sono stati assegnati circa 90mila euro al Comune di Cuneo nel marzo del 2020, e che ha visto l’Amministrazione impegnata soprattutto nel “sito-pilota” di Palazzo Santa Croce, si cominciano a tracciare i primi bilanci del progetto, che scadrà nel febbraio 2022. Dopo la prima fase (diversi mesi) di analisi di quanto fatto in precedenza da altri progetti europei e non solo, il Comune è passato infatti alle azioni operative per tutelare la vita culturale della città.

Negli ultimi giorni è stato pubblicato un avviso esplorativo volto a sollecitare la presentazione di proposte progettuali da parte di soggetti privati, che costituisce la fase preliminare di avvio dell’eventuale procedura di selezione di un gestore dei locali situati al piano terra di Palazzo Santa Croce, secondo un accordo di Partenariato Speciale Pubblico Privato con il Comune di Cuneo.

Dai tavoli di lavoro con i portatori di interesse locali, dalle consultazioni con i referenti del mondo culturale regionale e da precedenti esperienze vissute dal Comune di Cuneo, è emerso come una forma di partenariato per la gestione del sito pilota di ForHeritage tra l’ente pubblico e soggetti privati possa costituire un valore aggiunto alla gestione, in grado di rispondere alle esigenze sia del mondo culturale che dei cittadini di Cuneo. Inoltre, un accordo di questo tipo garantirebbe una gestione proiettata sul medio-lungo periodo, permettendo ai futuri soggetti gestori di progettare la propria proposta con la consapevolezza di condurre le attività in un contesto sempre più rivolto alla cultura, diventando parte del processo evolutivo del quartiere.

“L’avviso – scrive il Comune di Cuneo in una nota – svolge la funzione di sollecitare l’interesse e la curiosità di chi vede nei locali del sito pilota un potenziale, anche grazie alla prospettiva di trasferimento della Biblioteca Civica nella restante porzione di Palazzo Santa Croce. La novità costituita da questa procedura risiede nell’ampia flessibilità che viene data ai soggetti proponenti rispetto sia alle attività di adeguamento dei locali, sia alla programmazione culturale che si prevede di condurre all’interno del sito pilota. Inoltre, questa forma di partenariato prevede che sia il soggetto proponente a suggerire una proposta di convenzione con il Comune di Cuneo, ampliando così il rapporto di partenariato che si verrebbe a creare tra i due.”

L’avviso rimarrà in pubblicazione per 60 giorni, dopodiché si procederà alla nomina di una Commissione di valutazione della proposta ritenuta più adeguata rispetto agli obiettivi e alla visione dell’Amministrazione e che, previa eventuale richiesta di modifiche o integrazioni da parte del Comune per una migliore rispondenza con la propria visione prospettica dei luoghi, sarà messa a gara per l’aggiudicazione definitiva. L’avviso e i relativi allegati sono scaricabili al seguente link.