Quantcast

A Peveragno la festa patronale… dove il paese ebbe origine

Festeggiamenti quest'anno totalmente incentrati su Madonna dei Boschi. Il sindaco Paolo Renaudi: "una proposta di Pro Loco e Comitato Madonna dei Boschi che l'amministrazione comunale ha appoggiato anche per ricordare che proprio qui ci sono le radici di Peveragno"

Tutto pronto a Peveragno dove ci si prepara a un weekend intenso e ricco di appuntamenti per festeggiare, come ogni seconda domenica di settembre, la “Madonna del Borgato“, patrona del paese.

Si comincia sabato 11 alle 15 con la camminata da San Rocco da Val al Castello di Forfice: una passeggiata guidata dall’associazione “Il Ricetto” con ritrovo e partenza in piazza Santa Maria. Alle 18 è in programma la Santa Messa nel piazzale del Santuario di Madonna dei Boschi, mentre alle 20 è in programma “Tutti hanno un luogo del cuore” con ricordi, testimonianze e la proiezione di materiale audiovisivo legato alla Madonna del Borgato. Per entrambi gli appuntamenti è obbligatoria la prenotazione entro oggi (whastapp 328.2410906 indicando nome e cognome del partecipante). Alle 21 sul piazzale del Santuario il concerto con l’Ottetto Corale “Musicantum”.

Ma è domenica 12 la giornata della festa che verrà celebrata alle 11 con la commemorazione degli Alpini alla Cappelletta di San Pietro a cui seguirà alle 12.30 il Diznà d’la Madona (pranzo con prenotazione obbligatoria entro oggi al 349.0668496, dettagli e menù in locandina). Alle 15.30 animazione per bambini e ragazzi sotto i 13 anni e alle 16 l’appuntamento conclusivo con il concerto della Banda Musicale di Peveragno.

Festeggiamenti, dunque, totalmente incentrati su Madonna dei Boschi. “Una proposta di Pro Loco e Comitato Madonna dei Boschi – commenta il sindaco Paolo Renaudiche l’amministrazione comunale ha appoggiato anche per ricordare che proprio qui il paese ha avuto origine e dove sono dunque presenti le radici di Peveragno”.