Quantcast

A Passatore inaugurato il monumento in onore dell’ingegnere aerospaziale Bruno Gardini foto

Si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri presso l'area verde di fronte al benzinaio l'inaugurazione della scultura dedicata all'"Uomo delle stelle" originario del paese, ingegnere aerospaziale dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea).

Passatore, Cuneo. Si è tenuta alle 18 di ieri l’inaugurazione della nuova scultura dedicata a Bruno Gardini, ingegnere aerospaziale originario della frazione cuneese che nel corso di svariati decenni di studio e lavoro è diventata una delle figure più importanti dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea.

Gardini è salito agli onori delle cronache internazionali per aver guidato, in qualità di capoprogetto, la missione “Rosetta”, avvenuta tra il 2004 e il 2016, finalizzata a studiare e a comprendere tutto ciò che riguardava la cometa 67P Churyumov-Gerasimenko per conto dell’ESA.  Il nuovissimo monumento, realizzato dall’architetto Enzo Fina, evoca chiaramente alle spedizioni aerospaziali già dalla forma concentrica e sviluppata verso l’alto e dai colori sgargianti, tracciando in verde l’orbita della Terra, in rosso quello della sonda Rosetta comandata da Gardini e in blu quella della cometa oggetto di studio.

Sul piedistallo che la sostiene stata incisa la frase: “Passatore orgogliosa del suo concittadino Bruno Gardini“. All’inaugurazione, oltre allo stesso protagonista, l’ingegnere Bruno Gardini, erano presenti anche il Sindaco di Cuneo Federico Borgna, l’architetto Fina, progettista del monumento, e il comitato di quartiere della frazione, promotore della realizzazione della scultura.