Quantcast

A Cuneo il primo impianto sportivo intitolato ad una donna: Alessandra Witzel

Ieri, domenica 19 settembre, la cerimonia ufficiale in memoria della giornalista e dirigente sportiva scomparsa prematuramente lo scorso marzo

“Tra le cronache terribili dei femminicidi dei giorni scorsi una notizia che ci conforta – seppure nella tristezza che si prova quando si partecipa alla commemorazione di qualcuno che non c’è più – è quella della prima intitolazione di un impianto sportivo ad una Donna” scrive Anna Mantini, Consigliera di parità regionale del Piemonte.

Ieri, domenica 19 settembre, a Cuneo i campi di calcio comunali sono stati intitolati ad Alessandra Witzel, giornalista e dirigente sportiva scomparsa prematuramente lo scorso marzo. Gli intervenuti hanno ricordato le sue capacità professionali ma soprattutto hanno posto l’accento sul suo impegno e sulla sua abnegazione nell’aver creduto e nell’aver promosso la squadra di calcio femminile, fino a portarla a raggiungere la qualificazione in Serie A per ben due anni consecutivi.

Continua Mantini: “Credo che questo evento meriti di essere sottolineato non solo per la puntualità e l’opportunità del riconoscimento conferito, ma anche per aver superato i pregiudizi e gli stereotipi di genere, che fino ad oggi hanno ostacolato altri eventi simili. Solo pochi anni fa analoghe proposte sono state bocciate con i pretesti più vari da alcuni comuni della nostra provincia e ci auguriamo che l’evento di oggi possa essere ricordato non come l’unico ma come il primo di una lunga serie e come manifestazione di un cambiamento culturale che la società attendeva da tempo”.

Finalmente la passione, il coraggio, l’impegno, il lavoro, la competenza e i sacrifici di molte donne della nostra provincia, e non solo, potrebbero trovare cittadinanza anche in ambiti sportivi come quello di oggi ed essere apprezzati sia dai contemporanei che dalle generazioni future. Così Alessandra avrebbe segnato un altro importante traguardo” ha concluso la consigliera.