Quantcast

Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 3114 a.C. inizio dell'era attuale secondo il Calendario lungo dei Maya

Cuneo. Il sole è sorto alle 6:24 e tramonta alle 20:46. Durata del giorno quattordici ore e ventidue minuti. Fase lunare: luna crescente.

Santi del giorno
Santa Chiara d’Assisi, vergine, è la protettrice della televisione, di ricamatrici, lavandaie, doratori, stiratrici e ciechi.
Santa Susanna, martire.
San Rufino di Assisi, vescovo e martire.

Avvenimenti
3114 a.C. – Inizio dell’era attuale secondo il Calendario lungo dei Maya.
1492 – Il conclave elegge come successore di Papa Innocenzo VIII il cardinale Rodrigo Borgia, che diventa Papa Alessandro VI.
1804 – Francesco II del Sacro Romano Impero, assume il nuovo titolo di Imperatore d’Austria col nome di Francesco I, ponendosi di fatto allo stesso livello di Napoleone, il quale pochi mesi prima aveva proclamato l’impero di Francia.
1952 – Hussein viene proclamato re di Giordania.

Nati in questo giorno
Alfredo Binda (1902/1986) – Campione italiano di ciclismo.
Giuseppe Di Vittorio (1892/1957) – La sua lunga attività di politico, sindacalista e antifascista è stata improntata, per tutta la sua durata, alla difesa dei diritti dei lavoratori e degli ideali della Costituzione repubblicana, alla cui stesura ha partecipato in prima persona. Di umilissime origini, da bracciante e autodidatta sposò prestissimo la battaglia sindacale, entrando a 21 anni nel Comitato Centrale dell’Unione Sindacale Italiana. Perseguitato dal regime fascista per la difesa delle libertà sindacali, riparò in Francia da dove organizzò la Resistenza. Insieme a Grandi e Canevari fu tra i firmatari del Patto di Roma (9 giugno 1944), dando vita alla Confederazione Generale Italiana del Lavoro (CGIL), di cui ricoprì la carica di Segretario Generale fino al 1948. Eletto nel 1946 all’Assemblea Costituente, nelle liste del Partito Comunista Italiano, partecipò all’elaborazione della Costituzione repubblicana, entrata in vigore il 1° gennaio 1948. Esponente simbolo del sindacalismo italiano del Dopoguerra. Alla sua vita è stata dedicata la fiction Pane e libertà, trasmessa nel 2009 su Raiuno, con l’attore Pierfrancesco Favino nei panni del sindacalista pugliese.

Eventi sportivi
2015 – Daspo nei confronti di Pulvirenti. Stadi e manifestazioni calcistiche vietate per 5 anni per l’ex Presidente del Catania Antonino Pulvirenti su disposizione della Questura, che firma il Daspo a suo carico nell’ambito dell’inchiesta ‘I Treni del Gol’. Emesso il divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive perchè “si è registrato a livello mediatico un imponente e preoccupante coinvolgimento di persone sfociato il 20 giugno scorso in una manifestazione di protesta alla quale hanno partecipato 2.500 persone che scandivano cori e slogan contro Pulvirenti e altri dirigenti del Calcio Catania”. Alla luce del diffuso malcontento registrato nella tifoseria, si ritenne che la semplice presenza di Pulvirenti negli impianti sportivi dove gioca la squadra etnea potesse “rappresentare un concreto pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica”. Il Daspo fu emesso “per preservare Pulvirenti da concreti rischi per la propria incolumità”.

Proverbio/Citazione
Quannu a Santa Chiara arrubbaru, ci misiru i grati. Dopo che hanno rubato Santa Chiara, hanno messo le porte di ferro.
“Io non sono, non ho mai preteso, né pretendo di essere un uomo rappresentativo della cultura” Giuseppe Di Vittorio