Quantcast

Cuneo, voci femministe e poetiche, viaggiatori e migranti a Zoè in città

Il programma della settimana è ricco di incontri che vogliono dare voce a chi spesso ne ha poca, o a chi spesso non viene ascoltato fino in fondo.

Non si ferma l’estate di Zoé in città. Gli spettacoli all’aperto e nel tendone, il divertimento, l’arte e l’impegno continuano a segnare gli appuntamenti proposti dalla compagnia Circo Zoé a due passi dalle piscine comunali di Cuneo, all’ingresso del Parco Fluviale. Una “piazza” verde in cui potersi incontrare anche solo per mangiare una pizza ed una birra baladin, con un’atmosfera internazionale che ha sorpreso tanti cuneesi che ora sono diventati ospiti fissi delle rassegne. Quando arriva il buio lo spazio si anima di lucine colorate e compare l’insegna led “Zoé in città”, una scritta rossa che sembra essere sospesa nel vuoto, quasi aliena, obiettivo di amanti della fotografia e dei selfie, così come lo è la scritta “Love” che campeggia sul palco principale.

Il programma della settimana è ricco di incontri che vogliono dare voce a chi spesso ne ha poca, o a chi spesso non viene ascoltato fino in fondo.

Si parte con il femminismo contemporaneo e il film di Maria Arena, “Il terribile inganno”, presentato dalla sezione cuneese del movimento “Non una di meno”. Le voci femminili e femministe saranno quindi le protagoniste della proiezione di mercoledì 4 agosto, ore 21:30.

Presentazione e dibattito con la regista Maria Arena a cura della sezione cuneese di “Non una di meno”.

*Ingresso gratuito.

Giovedi 5 agosto, ore 21:30, un concerto che si trasforma in un viaggio nelle profondità dell’animo umano in cui leggerezza e intensità convivono: la voce è di Giulia Spallino, la chitarra di Alberto Zanini paesaggio sonoro è tipicamente sudamericano.

*Serata ad offerta libera e consapevole.

Si va indietro nel tempo venerdi 6 agosto, ore 21:30 per dare voce ad una poetessa, Antonia Pozzi, morta giovanissima, all’età di ventisei anni. Ha lasciato opere scritte quasi cento anni fa, ma ancora attuali, come solo la grande poesia può essere. Le sue parole si svelano in una doppia drammaturgia, letteraria e musicale, in uno spettacolo di Chiara Donizelli e Sebastiano Ruggeri.

Voce e percussioni. Corpo e tempo. Poesia, filosofia, natura.

Un racconto volutamente non biografico, per rappresentare l’interezza di una personalità e quegli interrogativi sull’esistenza che abitano in chiunque. Parole giovani e mai casuali, non accompagnate, bensì rappresentate attraverso il suono, che si pone come strumento narrativo. Suono è il tempo che scorre inesorabile, ora intenso e stimolante, ora lento ed ansioso.

Come un buon libro, ma dal vivo e con più percussioni.

Biglietti: 8 euro intero/ 6 euro ridotto https://oooh.events/evento/antonia-pozzi-poesia-leggera-biglietti/

La compagnia “Ortika – gruppo teatrale nomade” sarà la protagonista del weekend con due spettacoli teatrali. Una compagnia che dal 2011 con curiosità antropologica produce lavori teatrali e performativi che reinterpretano la contemporaneità in chiave fisica, visiva, musicale e tragicomica.

Sabato 7 agosto ore 21:30 “Chi ama brucia. Discorsi al limite della frontiera” nasce proprio a partire da una ricerca antropologica dell’autrice e attrice Alice Conti sul Centro di Identificazione ed Espulsione per stranieri di Torino. Le voci dei migranti e degli operatori sono le voci che l’attrice e regista ha realmente incontrato e intervistato. Un viaggio dentro il Campo, dove le persone sono recluse non per che hanno fatto ma per quello che sono.

Secondo la critica:

“Una tragedia greca senza vinti né vincitori. La bravissima Alice Conti riesce da sola a tener alto il pathos e l’attenzione per oltre un’ora, gettando luce su una realtà che conosciamo ancora troppo poco” “Uno splendido lavoro, pieno in tutte le sfumature di colore di un’interpretazione “totale”, delicata, ironicamente tragica e tragicamente ironica, reale nel tema pienamente reso da una drammaturgia pulita e sicura”

Biglietti: intero 10 euro /ridotto 8 eurohttps://oooh.events/evento/chi-ama-brucia-discorsi-ai-limiti-della-frontiera-biglietti/

Domenica 8 agosto, ore 17:00 la compagnia “Ortika” propone uno spettacolo di marionette e ombre pensato per bambini dai 5 anni in su: “Orsola e il pesciolino d’oro”.

Una marionetta a taglia umana, una piccola marionetta, un pesce e un’attrice cantano una storia contemporanea di solidarietà e convivenza.

Biglietti: intero 8 euro /ridotto 6 euro

https://oooh.events/evento/orsola-e-il-pesciolino-doro-compagnia-ortika-teatro-biglietti/

A seguire il concerto di Bruskoi Triu progetto musicale nato dalla curiosità verso il suono e la cultura dell’est Europa. L’esperienza musicale maturata nelle feste popolari delle valli alpine entra così in contatto con il patrimonio suonato nei battesimi e nei matrimoni zingari della Moldova romena, nell’intento di proporre con naturalezza una nuova musica folk, nata all’insegna dell’integrazione, che sia un’immagine reale di un territorio segnato dall’incontro di culture distanti, ma destinate a vivere accanto. Manuela Almonte (fisarmonica e voce), Marco Ghezzo (violino), Floris Tana “Stufulica”(chitarra).

*Serata ad offerta libera e consapevole.

La settimana di Zoé sarà come sempre arricchita da corsi e laboratori organizzati da Nuvole asd:

– tutti i martedì tessuti aerei dalle 19:00 alle 20:30

– tutti i mercoledì Power body dalle 19:00 alle 20:00

– 2 agosto workshop di tessuti livello intermedio/avanzato dalle 19.00 alle 21.00

Ci sono ancora due settimane (fino al 15 agosto) per godere della ricca programmazione di Zoé in città che punta a diventare una realtà stabile nell’offerta culturale del cuneese ed è ormai evidente che la cittadinanza ne senta l’esigenza.

Interviste e approfondimenti in diretta su Nelr.it – Non è la Radio ogni martedì alle 21.00.

Il programma è consultabile sul sito http://www.zoeincitta.it/#calendario – per info e prenotazioni zoeincitta@gmail.com tel. +39 351 659 3220