Quantcast

Nuovo sentiero in Val Maira dedicato a Gioele Dutto, giovane alpinista scomparso nel 2016

Un progetto dell'associazione "La libertà oltre la breccia" con l'obiettivo di trasmettere ai giovani la passione per la montagna

Domenica 4 luglio, su iniziativa dell’associazione “La libertà oltre la breccia”, sarà inaugurato un sentiero in ricordo di Gioele Dutto, giovane alpinista di Cervasca, morto a 20 anni nel maggio 2016.

Si chiamerà “Il sentiero di Gioele”, un percorso ad anello che consente di conoscere un bello scorcio della valle Maira. Parte dalle grange Collet, prosegue per il colle Greguri, poi la Colletta e il colle Rui (m 2.709). Si segue il crestone per il Monte Freide (m 2.951), si scende al passo Lauset (m 2.889) e al colle della Val Fissela (m 2.872) per poi ritornare alle grange Collet. Un sentiero segnalato e con difficoltà EE (per escursionisti esperti), da intraprendere con condizioni di tempo stabile per godere appieno di un angolo appartato e selvaggio della valle Maira. Per chi fosse interessato a partecipare all’escursione di inaugurazione, il ritrovo è fissato alle 8 a Grange Collet. Al termine, intorno alle 15, sarà celebrata una Messa nella Cappella di San Francesco, alle Grange. Il grado di difficoltà è EE, cioè per escursionisti esperti. Il sentiero si può seguire seguendo i segnavia con il moschettone rosso.

Un progetto che ha impegnato diversi volontari dell’associazione con l’obiettivo di trasmettere ai giovani la passione per la montagna, grande amore di Gioele che proprio in montagna ha perso la vita, travolto da una valanga mentre affrontava con gli sci la discesa della parete Nord del Monviso.