Quantcast

Matteo Romano ha concluso ieri sera a Stupinigi l’attività di artista d’apertura di Emma Marrone

Si è conclusa la prima esperienza live di alto livello dell'artista cuneese, che, grazie al Fortuna Tour di Emma, ha potuto esibirsi con i suoi due singoli in scenari mozzafiato come l'Arena di Verona, al Teatro Greco di Taormina e alla Palazzina di caccia di Stupinigi.

Si è conclusa ieri sera allo Stupinigi Sonic Park l’esperienza in qualità di artista di apertura dei concerti del Fortuna Tour di Emma Marrone di Matteo Romano. L’artista cuneese, in poco più di un mese, ha potuto cantare i suoi due singoli di successo, Concedimi e Casa di specchi,di fronte a pubblici molto vasti e in scenari mozzafiato, come l’Arena di Verona, il Teatro Greco di Taormina e appunto la Palazzina di caccia savoiarda di Stupinigi. Matteo suonerà ancora questa sera nella stessa location.

L’artista ha voluto esprimere la propria gratitudine verso Emma e verso tutti i suoi fan attraverso un post su Facebook. Di seguito le parole di Matteo. “Si conclude il mio primo percorso live in un’altra location magica… Ieri sera allo Stupinigi Sonic Parkcon l’appoggio di tutte le persone a me più care. Si replica stasera, come sempre grazie a Emma Marrone, al suo e al mio team e a tutti voi che mi seguite! “. Allegato al messaggio dell’artista, anche un breve video in cui Matteo conclude la canzone Concedimi.

Nel pomeriggio di oggi, Matteo ha aggiunto, attraverso un ulteriore post su Facebook ha voluto ribadire ancora il suo ringraziamento verso Emma Marrone e verso tutto il team del Fortuna Tour con queste parole: “Per me è stato un mese veramente pieno e totalizzante, ho avuto l’opportunità di girare l’Italia calcando palchi davvero importanti. Ho potuto vivere per la prima volta quello che succede dietro le quinte e ho avuto modo di capire quanto lavoro e quanti addetti ci fossero a seguire e organizzare un tour del genere.

Devo un grazie enorme, in primis, a Emma Marrone e a tutto il suo team, per la fiducia riposta in me, per avermi concesso questa opportunità così importante e per avermi dimostrato con tanta professionalità il lavoro da artista.
Grazie alla mitica band, con cui ho condiviso spesso i camerini e che è sempre stata super gentile e disponibile con me (ps spaccate tantissimo). Grazie a tutte quante le persone indispensabili e ricche di umanità che hanno permesso nel backstage che tutto questo fosse possibile, facendomi sentire sempre a mio agio e mettendomi nelle condizioni migliori per esibirmi.
Grazie a Luigi Astorino, che mi ha seguito ovunque e con cui ho condiviso i momenti più significativi di questa esperienza, speriamo di rivederci presto!!!
E infine ci tenevo ancora a ringraziare tutto il mio team e voi, che continuate a supportarmi (alcuni ora anche dal vivo) e a riempirmi di calore e affetto.
Dopo questo super tema di cui mi scuso (ahahah..), volevo ancora dirvi che sto lavorando a tanti nuovi progetti e non vedo l’ora di farvi sentire tutto, vivibi”.