Quantcast

L’arrivo alla Certosa di Pesio del Campionato Nazionale Strada Open 2021

Alla manifestazione, aperta a tutti i tesserati degli enti convenzionati e della FCI in regola con il tesseramento 2021, è possibile iscriversi entro le ore 24 di mercoledì 7 luglio

Dopo il passaggio del Giro d’Italia Donne 2021Chiusa di Pesio si prepara a un altro fine settimana di grande ciclismosabato 10 e domenica 11 luglio il paese ospiterà il Campionato Nazionale Strada Open 2021 organizzato dal Comitato Territoriale del Piemonte Acsi Ciclismo, in collaborazione con il Comune e il Centro Coordinamento Ciclismo Cuneo. Alla manifestazione, aperta a tutti i tesserati degli enti convenzionati e della FCI in regola con il tesseramento 2021, è possibile iscriversi entro le ore 24 di mercoledì 7 luglio.

COME ISCRIVERSI. Le iscrizioni devono pervenire via e-mail all’indirizzo deo1964@alice.it entro le ore 24 di mercoledì 7 luglio. Agli interessati è richiesto di inviare i propri dati (fotocopia tessera, numero di telefono e indirizzo e-mail) accompagnati dalla copia della ricevuta di pagamento e dall’autodichiarazione Covid-19 scaricabile dal sito www.centrocoordinamentociclismocuneo.it. I concorrenti sono tenuti a indossare la mascherina prima della partenza e nel post gara come da normative vigenti. La quota di partecipazione è fissata a 20 euro. Bonifico bancario sul C/C Cassa di Risparmio di Fossano, agenzia Roata Rossi. Iban: IT45S0617010200000001612292 (lettere in rosso) intestato al Centro Coordinamento Ciclismo Cuneo. Per maggiori informazioni contattare Vittorio 3476794038, Marco 3385354704 o Amedeo 3357291228.

IL PERCORSO. Ritrovo presso l’area sportiva diChiusa di Pesio in via Bartolomeo Giorgis con percorso a circuito che non prevede la chiusura delle strade così strutturato: trasferimento turistico da via Bartolomeo Giorgis per km 5 circa SP 42 sino a Beinette, quindi via Vecchia di Pianfei – Santa Maria Rocca – SP 202 –Combe – SP 202 – via Luigi Einaudi – Chiusa di Pesio – SP 42. 11,3 km circa al giro, da ripetere 7 volte per la gara di sabato 10 luglio, per un totale di circa 75,4 km, e 8 volte per la gara di domenica 11 luglio per un totale di circa 86,7 km. Per entrambe le giornate l’arrivo è posto al termine del tratto finale di 11,2 km. SP 42 – SP 5 – SP 42 – Vigna – San Bartolomeo – Certosa di Pesio (Arrivo).

LE PREMIAZIONI. Le premiazioni avranno luogo circa un’ora dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente, presso l’area sportiva di Chiusa di Pesio, in via Bartolomeo Giorgis. Ai vincitori assoluti delle 13 categorie verrà consegnata la maglia di Campione Nazionale Strada Open 2021 mentre ai primi 5 classificati delle 13 categorie saranno offerti cesti contenenti prodotti alimentari. Per il traguardo volante in frazione Combe: primi 3 assoluti delle 4 partenze. L’assegnazione dei premi avverrà solo ai presenti.

IL COMMENTO DEL SINDACO CLAUDIO BAUDINO.“Ringrazio il Comitato Territoriale del Piemonte Acsi Ciclismo, il Centro Coordinamento Ciclismo Cuneo e l’associazione “Cicli Bertolotto – Valle Pesio Bike” per aver scelto Chiusa di Pesio”, dichiara il sindaco Claudio Baudino. “Il Campionato Nazionale Strada Open è un’importante occasione per raccontare il rapporto tra la Valle Pesio e la bicicletta e una grande opportunità turistica per mettere in luce l’attrattività dei luoghi che ci circondano e promuovere l’ospitalità delle nostre strutture”.

PARLA IL SEGRETARIO ORGANIZZATIVO VITTORIO BONGIOVANNI. “Dice bene il primo cittadino di Chiusa di PesioClaudio Baudino, quando afferma che si promuove l’ospitalità delle strutture ricettive locali e l’attrattività della Valle Pesio, anche grazie a eventi sportivi in particolare quelli ciclistici”, afferma Vittorio Bongiovanni,responsabile organizzativo dei Campionati Nazionali Strada Open. “Nel solo mese di luglio hanno percorso e percorreranno le strade di Chiusa di Pesio, la seconda tappa del 32° Giro femminile, i Campionati Nazionali Strada Open e la quarta tappa dell’11° Giro Provincia Granda. Come non essere grati all’amministrazione del Comune di Chiusa di Pesio, che con sensibilità, collaborazione e disponibilità, ha risposto all’invasione massiccia delle due ruote a trazione “umana”. In lungo e in largo il territorio comunale è stato e verrà percorso, l’arrivo suggestivo alla meravigliosa Certosa di Pesio vuole essere un omaggio alla spiritualità del luogo. Ci perdoneranno i tanti frequentatori della Valle Pesio se per un paio di ore “invaderemo” la provinciale 42 con il serpentone multicolore dei ciclisti.”