Quantcast

Gribaudo (PD): “Servono più corse e investimenti nelle ferrovie del Sud del Piemonte”

L'onorevole cuneese del Partito Democratico parla in una nota di Cuneo "Provincia penalizzata, vittima di un sottoutilizzo delle sue principali infrastrutture ferroviarie".

La deputata cuneese del PD Chiara Gribaudo si è espressa in merito al tema del sottoutilizzo delle infrastrutture ferroviarie nella Granda, che rende la nostra provincia la più arretrata e la meno collegata della Regione. In una nota la politica ha affermato: Il sud del Piemonte è penalizzato dalla chiusura e dal sottoutilizzo delle sue principali infrastrutture ferroviarie, come la Cuneo-Ventimiglia-Nizza, la Saluzzo-Savigliano e la linea che da Cavallermaggiore portava ad Alessandria passando per Bra, Alba e Asti. Sono tratte di grande valore per i pendolari e per il potenziale turistico del nostro territorio, e che sarebbero utilissime a settembre per il ritorno a scuola in sicurezza.

Ho presentato un’interrogazione al Ministro Giovannini – continua la deputata dem – per chiedere il finanziamento di alcuni di lavori, con fondi statali o del PNRR, e credo che la Regione dovrebbe impegnarsi a garantire più corse sulle infrastrutture già operative.

Il Piemonte e la Granda hanno ereditato dal passato un grande patrimonio di tratte ferroviarie che oggi possono rappresentare il volano per una mobilità sostenibile e intermodale fra mezzi di trasporto diversi, che può rivitalizzare tanti centri urbani e portare nuovi investimenti. La Regione Piemonte negli anni passati è andata in direzione contraria a questa necessità e continua a tagliare servizi e corse, ma non ci possiamo arrendere e dobbiamo chiedere un’inversione di rotta, perché il Piemonte potrebbe davvero rilanciarsi grazie alle sue ferrovie.”