Quantcast

“Equo Mondo”: a Chiusa Pesio la festa per riflettere su legalità e zero sprechi

Tanti gli eventi in programma nelle due giornate

Più informazioni su

Sabato 24 luglio e domenica 25 a Chiusa di Pesio si svolgerà Equo Mondo, la festa dell’associazione Equo-solidale equAzione che propone un’occasione di riflessione sul tema legalità e zero sprechi.

Nel giardino della biblioteca E. Alberione in via Turbiglio alle ore 17,30 sarà ospite Davide Mattiello che presenterà il libro “Se vince la mafia” edito Einaudi Ragazzi.
“Se vince la mafia” è una storia di umanità e resistenza, in cui la mafia ha, infine, trionfato. Ma i presupposti affinché ciò avvenisse c’erano già tutti, ben prima che prendesse il potere. Se stiamo attenti, possiamo leggere alcuni campanelli di allarme già nella nostra società, che ha sì gli anticorpi giuridici e culturali per resistere, ma non possiamo pensare che le nostre libertà siano date per scontate per sempre. Il libro è, dunque, un avvertimento e un segnale di speranza: se facciamo memoria degli uomini e delle donne che si sono battuti per una società migliore e ci impegniamo per coltivare quegli stessi ideali di giustizia e di pace, allora non è mai troppo tardi per rimettere le cose a posto e ribellarci.
Davide Mattiello è nato nel 1972 a Torino e dopo la laurea in giurisprudenza sceglie di concentrare le sue energie nell’educazione alla legalità, nell’accoglienza, nella lotta alle mafie e alle ingiustizie. Nel 1999 comincia l’avventura dell’Associazione Acmos onlus, di cui è Presidente fino al 2010. Dal 2002 al 2010 è referente regionale di Libera Piemonte e dal 2009 al luglio del 2012 è stato membro dell’ufficio di Presidenza di Libera, con responsabilità sull’organizzazione territoriale nazionale. Nel 2011 cerca un nuovo spazio per l’impegno politico e così diventa socio fondatore e presidente della Fondazione Benvenuti in Italia, carica che ha ricoperto fino al 2015. Dal 2013 al 2018 è membro del Parlamento Italiano, eletto alla camera e poi Membro delle Commissioni Giustizia e della Commissione Parlamentare Antimafia. In questa Commissione ha l’opportunità di continuare il suo impegno sociale, venendo nominato Coordinatore del V Comitato redigendo una inchiesta sui Testimoni di giustizia.

Alle ore 19,30 sarà servita cena a base di prodotti equo e solidali e del consorzio Libera Terra, in vendita presso la bottega Sfusi e Riusi di equAzione. Per la cena (costo euro 12, ridotto a 10 se si portano stoviglie proprie) è necessaria prenotazione entro le ore 20 del 23/07 presso Ufficio Turistico tel. 0171/734490, bottega equosolidale, biblioteca tel. 0171/735514 o al numero 328.1159949.

Alle ore 21,00  sempre nel giardino della biblioteca E. Alberione il dialogo continua con Elisa Nicoli che presenterà il suo libro “Rifiuti addio. Perché prevenire è meglio di riciclare. Manuale pratico per una vita «zero waste»” edito da AltraEconomia. Il libro analizza la pandemia dei rifiuti. Gli scarti che invadono il Pianeta sono l’inquietante riflesso della società dei consumi. Non basta riciclare, bisogna prevenirli. Una volta svuotata la pattumiera e differenziati i rifiuti, tendiamo a rimuoverli dalla nostra coscienza. Ma non possiamo ignorare che ogni anno, nel mondo, l’attività umana produce 2 miliardi di tonnellate di rifiuti, di cui solo il 13% è riciclato e poco più del 5% compostato. Questo libro spiega come fare, coniugando informazione e pratica quotidiana, grazie a due autrici che hanno fatto della prevenzione dei rifiuti un punto fermo.

Elisa Nicoli, nasce a Bolzano nel 1980, laureata in Scienze della Comunicazione nel 2005. Nel 2007 ha conseguito un Master in comunicazione ambientale presso il Centro Studi CTS di Roma. Nel 2014 ha seguito il corso “Postgraduate – working as a documentarian“, presso la Zelig scuola di documentario, televisione e nuovi media a Bolzano. Nei suoi libri, a partire dalla propria esperienza, illustra invece un vastissimo repertorio di pratiche personali replicabili: la spesa quotidiana e il cibo senza imballaggi e sprechi, il guardaroba slow fashion, l’igiene personale e casalinga autoprodotta, l’elettronica essenziale e ogni altra forma di zero waste, anche collettivo, in ufficio e fuori di casa.

Domenica 25 invece la bottega Sfusi e Riusi si sposterà in piazza Cavour con esposizione e vendita di prodotti per tutta la mattinata. Infine alle ore 21, nel cortile della biblioteca comunale verrà proiettato il video “R.I. o R.R.? Dipende da noi”, prodotto dai ragazzi della scuola media di Chiusa di Pesio.

Le due mezze giornate hanno lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sui temi che caratterizzano e motivano l’associazione con particolare attenzione a quelli che sono i prodotti e le attività che ruotano attorno alla bottega.

Più informazioni su