Quantcast

Distretti del commercio, la Regione finanzia il progetto di Busca

E' uno dei tre riconosciuti in provincia di Cuneo e nella graduatoria regionale è risultato 13^ sui 77 presentati e i 25 ammessi al primo finanziamento

Il progetto di rigenerazione e valorizzazione del commercio e del turismo locale presentato dal Comune per l’istituzione del suo Distretto commerciale ha ottenuto un primo finanziamento da parte della Regione Piemonte, classificandosi  13° sui 77 presentati e i 25 ammessi. E’ uno dei tre riconosciuti in provincia di Cuneo, insieme con Cuneo e Fossano.

“Il risultato – dice il sindaco Marco Gallo – premia il lavoro di squadra che abbiamo messo in campo e portato avanti anche nel periodo difficile della pandemia, tramite diversi incontri e tavoli di lavoro con le realtà del territorio, anche in streaming, e ora possiamo avvalerci di questa   risorsa regionale per passare dalla fase di studio ai progetti esecutivi. Sono grato – continua  il sindaco –  alla Confcommercio Cuneo, in particolare al presidente Luca Chiapella e al direttore Marco Manfrinato con i quali abbiamo sottoscritto una apposita convenzione nello scorso febbraio, che ci ha sostenuto sin dall’inizio di quest’ultimo iter, ma non soltanto. Con l’associazione cuneese la collaborazione era iniziata più di dieci anni fa è si è concretizzata con diverse realizzazioni di sostegno e sviluppo e rigenerazione dell’ambiente urbano e del commercio di vicinato. Desidero sottolineare poi che nulla si sarebbe potuto ottenere senza la  grande disponibilità e l’autentica collaborazione da parte di Assoimprese Busca e di tutto il mondo produttivo e associativo cittadino, perché in molti  hanno contribuito alla stesura del progetto che ha ottenuto un così importante riconoscimento. Desidero menzionare infine l’architetto Andrea Marino che è stato un prezioso consulente in questo lavoro”.

Il finanziamento erogato è di 20 mila euro su un importo progettuale di 25 mila euro.

Cosa sono i Distretti del commercio
I Distretti del commercio sono ambiti territoriali partecipati dai Comuni, dalle imprese e dai cittadini uniti per  creare innovazione, integrazione e valorizzazione di tutte le risorse del territorio, per accrescere l’attrattività, rigenerare il tessuto urbano e sostenere la competitività attraverso interventi integrati. Sono i nuovi enti che promuovono il commercio locale lavorando su tutti gli aspetti  che possono far crescere la competitività delle imprese commerciali, soprattutto dei  centri storici. Costituiscono uno degli obiettivi strategici del Piano della competitività della Regione.