Quantcast

Concerto Venditti a Cervere anticipato per Italia-Spagna, ma non tutti sono d’accordo

A 72 ore dall'evento, Anima Festival annuncia un cambio d'orario che inevitabilmente divide. C'è chi ne è entusiasta, ma anche chi non è più interessato o non è più nelle condizioni di partecipare pur avendo ormai acquistato il biglietto di cui chiede dunque il rimborso

Sta facendo discutere in queste ore il concerto di Antonello Venditti in programma martedì 6 luglio alle 21 a Cervere in occasione dell’edizione 2021 di Anima Festival, di cui l’esibizione del celebre cantautore romano rappresenta l’evento inaugurale. Motivo? La scelta di anticipare il concerto alle 20 per evitare la sovrapposizione oraria con la partita Italia-Spagna valida per le semifinali dei campionati europei di calcio attualmente in corso. Secondo la nuova programmazione il concerto si interromperà al fischio d’inizio per riprendere appena sarà finita la partita (che Venditti seguirà insieme ai suoi fans su un maxischermo), vale a dire tra le 23 (qualora la vincitrice venga decretata nei tempi regolamentari) e  poco prima di mezzanotte (nel caso in cui siano necessari i calci di rigore per individuare la prima finalista del torneo).

Tutto inizia nella serata di ieri (sabato 3 luglio) quando Anima Festival annuncia la novità attraverso una nota. “Sarà una serata indimenticabile – si legge – quella che si preannuncia martedì, per l’apertura dell’Anima Festival all’Anfiteatro dell’Anima a Cervere. Antonello Venditti inaugura la sesta edizione di Anima Festival nel giorno in cui l’Italia gioca la grande sfida calcistica contro la Spagna. Il cantautore romano seguirà la partita che verrà proiettata sul maxi schermo, durante il suo concerto. C’è gran voglia di tifare la nostra Nazionale. Nel giorno della semifinale degli Europei il grande cantautore romano ha voluto condividere con i suoi fans l’emozione di seguire la partita. Il concerto inizierà alle 20, invece che alle 21. Poi Venditti si unirà al pubblico davanti al maxischermo montato sul palco per fare il tifo insieme ai suoi fans per l’Italia. E al termine della partita si tornerà a cantare insieme. Solo un cantautore generoso come Antonello Venditti poteva avere un’idea tanto originale e coinvolgente che unisce tutti per sostenere i nostri giocatori arrivati ad un traguardo così importante. Ringraziamo il management del cantautore per la grande disponibilità a organizzare questo esperimento mai tentato prima che pensiamo verrà apprezzato dai tanti che hanno già comprato da tempo il biglietto per il concerto”.

Una decisione che, inevitabilmente, non può che dividere. Se infatti da un lato c’è chi apprezza la possibilità di assistere a “due eventi al prezzo di uno”, dall’altro c’è chi, mutate caratteristiche e condizioni orarie, ritiene di non avere interesse o possibilità di partecipare all’evento e chiede il rimborso del biglietto. Una situazione di cui sono evidenza i commenti pubblicati sul post relativo al concerto pubblicato sulla pagina facebook di Anima Festival. “Il biglietto è stato pagato per un altro tipo di spettacolo ed un altro orario (sia di inizio, sia presumibilmente di fine): non ci pensate che alcuni non possono arrivare prima delle 20 essendo il martedì un giorno lavorativo e chi ha dei bambini a casa non può liberare chi fa assistenza alle 2 di notte!! Senza tenere conto che verosimilmente ci saranno meno canzoni per stare nei tempi! Occorre coalizzarsi per chiedere rimborso perché lo spettacolo proposto è diverso da quello per cui si è pagato!” e “Vergogna, perché??? Guardare la Nazionale con Antonello Venditti quando ci ricapita …si canta, si tifa, si ricanta” sono alcuni dei messaggi che si leggono. A onor del vero, pur non avendo chiaramente la cosa alcun valore statistico, ci pare giusto evidenziare come nel momento in cui scriviamo (ore 20 del 4 luglio) siano numericamente di gran lunga superiori i commenti di coloro i quali non hanno gradito questo “cambio in corsa” rispetto a quelli che l’hanno invece apprezzata.

Sollecitati da alcuni lettori che chiedevano lumi sulle modalità di richiesta del rimborso del biglietto (acquistabile sulla piattaforma TicketOne a un prezzo che varia dai 46 ai 74,75 euro), abbiamo contattato Anima Festival, che ci ha risposto testualmente “domani daremo tutte le informazioni”. Attendiamo dunque le comunicazioni ufficiali che sarà nostra cura divulgare non appena disponibili.