Quantcast

A Grinzane Cavour l’incontro di Confagricoltura con il Ministro Patuanelli

Con il ministro delle Politiche Agricole, la delegazione di Confagricoltura ha dialogato sulle potenzialità del settore ma anche sulla preoccupazione per gli effetti degli eventi climatici avversi.

Il presidente regionale di Confagricoltura Enrico Allasia ha incontrato oggi pomeriggio, al castello di Grinzane Cavour il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Stefano Patuanelli. Al rappresentante del governo Allasia, insieme a una delegazione di dirigenti di Confagricoltura Piemonte, ha illustrato le potenzialità dell’economia agricola piemontese, che ha saputo resistere con grande vigore alla pandemia e che in questi giorni sta nuovamente soffrendo per le violente ondate di grandine e vento forte che si sono aggiunte al gelo primaverile.

“Al ministro abbiamo chiesto un impegno straordinario per assicurare ristori efficaci alle aziende colpite dal maltempo che quest’anno ridurrà drasticamente le produzioni di vite, frutta e cereali e un’azione urgente per la revisione del sistema delle assicurazioni agricole. Inoltre – ha aggiunto Allasia – abbiamo chiesto interventi urgenti per il contrasto alla proliferazione dei selvatici e, più in generale, iniziative coordinate con le regioni per una pronta attuazione della riforma della politica agricola comunitaria”.

La superficie agricola utilizzata del Piemonte – ricorda Confagricoltura – supera i 960.000 ettari: il 56% è costituito da seminativi, il 34% da foraggere permanenti, mentre i fruttiferi e la vite rappresentano circa il 10% della superficie coltivata complessiva.

“Al ministro Patuanelli – ha dichiarato il presidente di Confagricoltura Piemonte e Cuneo – abbiamo ricordato che l’agricoltura piemontese è pronta a fare la propria parte nel contesto economico nazionale, sia per quanto riguarda la produzione di cibo, che rimane la nostra attività principale, sia per sviluppare azioni utili a contrastare il cambiamento climatico, impegno al quale siamo tutti chiamati per un futuro migliore”.