Quantcast

A Cuneo tre incontri d’arte per scoprire i tesori pubblici della città

Gli incontri, organizzati dall’Associazione Rigenerazione Culturale con il patrocinio di Cônitours, saranno curati dall’artista Domenico Olivero. Le tappe vedranno protagonisti il monumento a Peano, il Monumento alla Resistenza e il recente murale di Iena Cruz a Madonna dell’Olmo.

L’Associazione Rigenerazione Culturale Aps in collaborazione con le guide turistiche di Cuneo e col patrocinio di Cônitours, propongono tre incontri d’arte alla scoperta dei tesori pubblici nella città di Cuneo, curato dall’artista Domenico Olivero.

Con una scadenza mensile prenderanno avvio tre dialoghi negli spazi pubblici sulle opere d’arte più importanti presenti sul territorio urbano. L’evento gratuito è realizzato per associati e simpatizzanti e per tutti gli appassionati di arte e si svolgerà nei prossimi tre mesi.

Il primo appuntamento sarà Venerdì 16 Luglio alle ore 18,30 presso il monumento al matematico Peano, in Corso G.Marconi n.1, realizzato dall’artista cuneese Dario Ghibaudo, ora residente a Milano, posto all’ingresso est della città, una moderna e molto ben integrata scultura artistica. Seguiranno poi altri due appuntamenti, uno sullo storico Monumento alla Resistenza del celebre scultore torinese Umberto Mastroianni a fine Agosto e l’ultimo incontro, a metà Settembre, sul recente murales realizzato da Iena Cruz, street art di fama internazionale, presso l’Istituto Comprensivo ‘Cuneo Oltrestura’ di Madonna dell’Olmo voluto dalla Fondazione Crc per il bando “Distruzione”.

Come Rigenerazione – sottolinea il presidente Pietro Carluzzo – vogliamo valorizzare la città da un punto di vista culturale. Per questo motivo, si è deciso di proporre il progetto “I tesori più belli nelle strade di Cuneo”, in collaborazione con le guide turistiche di Cuneo e con il patrocinio di Cônitours, che ci porterà alla scoperta culturale e artistica delle opere e degli spazi più suggestivi e caratteristici. Questi incontri, con cadenza mensile, vogliono essere un primo step per sensibilizzare la cittadinanza verso il potenziale artistico e culturale che il nostro capoluogo offre”.