Quantcast

Tangenziale di Mondovì inserita tra le tre grandi opere da sbloccare in Piemonte

La Regione chiede il commissariamento anche per la variante di Demonte

Tra le tre grandi opere da sbloccare in Piemonte tramite commissariamento c’è la tangenziale di Mondovì. Le altre due sono la tratta nazionale della Tav Torino-Lione e il quadruplicamento della linea ferroviaria Tortona-Voghera. Gli interventi piemontesi sono inseriti nell’elenco inviato dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini alle Camere per acquisire il parere da parte delle Commissioni parlamentari competenti.

Se da un lato si sbloccano tre opere di grande importanza mancano però ancora all’appello due interventi per cui è stato chiesto il commissariamento a più riprese, la Pedemontana piemontese (tratta Masserano-Ghemme, tra Biellese e Vercellese) e la variante di Demonte sulla strada statale 21 “della Maddalena” nel Cuneese ferma da molti anni per un parere discordante tra i Ministeri della Transizione ecologica e della Cultura.

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale ai Trasporti e Infrastrutture Marco Gabusi hanno scritto al ministro Giovannini per esprimere la soddisfazione per le opere incluse nell’elenco e per ricordare che altre opere, non meno importanti per il territorio, chiedono di essere sbloccate ormai da molto tempo.