Quantcast

Prove generali di ritorno alla normalità a Costigliole Saluzzo foto

Domenica 13 giugno Mercatino d’antiquariato, visite guidate a castelli e palazzi, doppia corsa ciclistica e Festa patronale

Costigliole Saluzzo. Domenica 13 giugno Costigliole spalanca le porte all’estate, proponendo un’intensa giornata di attività che potranno interessare un pubblico variegato, con spunti un po’ per tutti i gusti: dal mattino alla sera si potrà partecipare per le vie del centro cittadino al Mercatino delle pulci, alla Festa patronale, a una serie di visite guidate e fare il tifo per i giovani impegnati in due gare ciclistiche ad anello per le vie del concentrico. Il tutto anticipato, venerdì 11, la sera dalla proiezione di un film di animazione per bambini che inaugurerà una stagione di cineforum sotto le stelle.

Da giorni, amministratori comunali, associazioni e realtà private scalpitano in vista della giornata che è percepita un po’ da tutti come il giorno dell’uscita dal torpore di questi mesi di pandemia: anche se il ritorno alla normalità pare ancora un miraggio, ci sono le condizioni per poter alzare il sipario sulle bellezze del posto e coordinare una serie di iniziative volte a riportare in paese turisti, appassionati di vintage, antiquariato e artigianato, curiosi di storia e arte, sportivi e famiglie.

Proprio in questi giorni, peraltro, l’amministrazione comunale sta lavorando per mettere in cantiere un programma di rivitalizzazione del commercio che punterà proprio sulla valorizzazione di eccellenze gastronomiche e gioielli architettonici
del paese.

Un mese fa, timidamente, a Palazzo La Tour si aprì la rassegna del Mercatino delle Pulci, promosso dal circuito Cuneo Manifestazioni di Giuseppe Dutto. L’appuntamento del 13 giugno, dalle 8 alle 19, avrà però un sapore diverso: a parte l’allentamento delle restrizioni, che permetterà di vivere con maggiore leggerezza il serpentone tra i banchi, in questa seconda edizione stagionale è previsto un potenziamento degli espositori, con un coinvolgimento di tutte le aree limitrofe del palazzo nobiliare, nel cuore del paese. Spiega l’organizzatore: “Nel nostro circuito di mercatini richiamiamo i famosi brocantes o vide greniers provenzali, o i noti mercati delle pulci piemontesi, dove i collezionisti e gli esperti cercano il pezzo pregiato e dove tra gli espositori ci sono anche abili realizzatori di opere del proprio ingegno”.

Alle 10.30 e alle 15 sarà anche teatro della gara ciclistica Memorial Bianco – Salvadori, che coinvolgerà la categoria Esordienti e la categoria Allievi. Da tempo la Velo club Esperia Piasco organizza una corsa nel ricordo di Mario Bianco, ma quest’anno si è voluto raddoppiare l’appuntamento, inserendo anche una corsa intitolata a Piernello Salvadori, grande appassionato di ciclismo e sostenitore dell’Esperia, scomparso pochi mesi fa. Nella “Giornata Azzurra” si disputeranno due gare ad anello, percorreranno 100 km totali: quella mattutina (7 giri) è di 35 chilometri, quella pomeridiana (16 anelli) è di 65. Al termine si incoronano i
campioncini delle due ruote. Traguardo volante a Ceretto. A Ceretto, a metà della gara sarà organizzato un traguardo volante, con premi messi in palio per i primi classificati dall’associazione 5 Gennaio, che ogni anno organizza le commemorazioni dell’Eccidio del 1944: “Un modo – spiega il presidente e assessore comunale Ivo Sola – per diffondere i valori della libertà anche in questo gioioso contesto sportivo, che porta a Ceretto tanti giovani, le loro famiglie e un rinnovato entusiasmo”.

Per offrire ai visitatori un’occasione di approfondimento della storia e delle bellezze artistico-architettoniche di Costigliole, dopo il percorso alla scoperta di Hans Clemer di maggio, domenica 13 giugno “Turisti in gamba” organizza due visite guidate che, partendo dalla sede del mercatino (Palazzo La Tour e centro) condurranno i turisti alla scoperta della cripta di Cristo Pietà, quindi sulla collina al Castello Rosso. Dei tre manieri, quest’ultimo, residenza dei Costanzia, conserva al suo interno importanti tracce artistiche negli affreschi di epoca rinascimentale. Tra questi si potrà ammirare l’affresco della Madonna col Bambino, scoprendo i tanti segreti che si celano dietro i dipinti più preziosi del paese. Ultima tappa, nuovamente a valle, a Palazzo Giriodi, sede del palazzo comunale. Doppio turno di vista, alle 10 e alle 14.30, con prenotazione obbligatoria entro venerdì 11 giugno al 333/4062819 o turistingamba@gmail.com.

Domenica 13 giugno è anche la giornata della festa patronale di Sant’Antonio. Nell’impossibilità di organizzare eventi collaterali in parrocchia, il programma religioso prevede la messa del patrono alle 11. Don Claudio Margaria officerà la funzione nella parrocchiale di Santa Maria Maddalena. Fuori dalla chiesa i fedeli ritroveranno la Banda musicale Santa Cecilia, complesso fondata nel 1906 e diretto dal maestro Calandra. I musici del gruppo locale saranno impegnati per tutto l’arco della giornata e animeranno, in uno spettacolo itinerante, i momenti salienti della festa: sono previsti mini-concerti anche nell’area del mercatino di Palazzo La Tour e nei pressi dei traguardi più importanti della gara ciclistica.

Costigliole, con la sua collina e la sua posizione baricentrica tra la pianura e la valle Varaita, è un Comune caratterizzato da un microclima particolare, in cui si sono potute sperimentare e sviluppare coltivazioni peculiari, che restano eccellenze di questo territorio: su tutte l’uva Quagliano (da cui deriva un vino dolce molto apprezzato), l’albicocca Tonda di Costigliole e le cipolle rosse. Alcune di queste prelibatezze potranno essere gustate nella giornata di domenica presso i locali disseminati in paese, che saranno i punti di ristori di riferimento per la giornata: il ristorante Castello Rosso, l’agriturismo La Castagnotta, le pizzerie Profumo di pizza, Tre Leoni, Cobra, la pizza d’asporto nei pressi del ponte e i numerosi bar del centro e dell’area sportiva.

Il sipario sul primo weekend di “aria” dopo questi mesi difficili sarà venerdì 11 giugno, la sera: nella splendida cornice del Giardino degli Alteni di Palazzo La Tour tornano le proiezioni griffate “La mosca sul muro”. Dalle 20.30 verrà proiettato “La mia vita da zucchina”, film d’animazione per grandi e piccini, che ha vinto un premio ai European Film Awards e ha ricevuto una candidatura agli Oscar. Zucchina non è un ortaggio ma un bambino (il cui vero nome era Icaro) che pensa di essersi ritrovato solo al mondo quando muore sua madre. Non sa che incontrerà dei nuovi amici nell’istituto per bambini abbandonati in cui viene accolto da Simon, Ahmed, Jujube, Alice e Béatrice. Hanno tutti delle storie di sofferenza alle spalle e possono essere sia scostanti che teneri. C’è poi Camille che in lui suscita un'attenzione diversa. Se si hanno dieci anni, degli amici e si scopre l’amore forse la vita può presentarsi in modo diverso rispetto alle attese. Ingresso gratuito, capienza (fino ad esaurimento): 50 posti. Info e prenotazioni Nicolò, 345/2113175; Davide, 340/8208256. Mascherina obbligatoria.