Quantcast

Cuneo, due serate di cinema all’aperto nel cortile dell’IIS Grandis con “Il diritto di contare” e “Pride”

Le due proiezioni sono realizzate all’interno del progetto Bella Presenza – metodi, relazioni e pratiche nella comunità educante, progetto multiregionale selezionato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini”

La Cooperativa Sociale Emmanuele e l’Istituto di Istruzione Superiore GRANDIS propongono due serate di cinema all’aperto nel cortile della scuola.

Martedì 29 giugno alle ore 21 verrà proiettato “Il diritto di contare”, la vera storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate afro-americane che hanno rivoluzionato gli studi alla NASA.

Martedì 13 luglio verrà proiettato “Pride”, che racconta dell’estate del 1984 al Gay Pride di Londra in cui un gruppo di attivisti gay e lesbiche decide di raccogliere fondi per sostenere le famiglie dei minatori in sciopero. I temi proposti tramite i film, quello delle discriminazioni e dell’omofobia, sono stati individuati dai giovani studenti e studentesse dell’istituto tramite un sondaggio negli scorsi mesi a scuola, con l’obiettivo di creare occasioni di riflessione aperte alla cittadinanza.

Le proiezioni sono gratuite e l’accesso è aperto all’intera cittadinanza, ma è necessario iscriversi, entro il 28 giugno per la prima proiezione ed entro il 29 giugno per la seconda.

Per iscriversi è necessario contattare Fabiola Dutto al cell. 380 154 9248 o inviando una mail a fabiola.dutto@emmanuele-onlus.org.

Le iniziative verranno svolte nel rispetto delle normative anti covid 19.

Le due proiezioni sono realizzate all’interno del progetto Bella Presenza – metodi, relazioni e pratiche nella comunità educante, progetto multiregionale selezionato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che coinvolge oltre 60 partner fra cooperative sociali, scuole e associazioni in tre Regioni, Campania, Piemonte e Toscana, e la cooperativa Sociale Dedalus quale soggetto capofila.  Bella Presenza si prefigge di prevenire e contrastare il fallimento scolastico e la povertà educativa, mettendo al centro la bellezza intesa come bussola che orienta l’agire educativo e che consente, anche dentro le fragilità, di dissodare risorse e produrre convivenza e inclusione. Cuneo è uno dei territori di sperimentazione di questo agire educativo, grazie alla collaborazione fra la Cooperativa Sociale Emmanuele, l’I.I.S. Grandis, il C.P.I.A. Cuneo e il Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese.