Quantcast

Nuove barriere stradali lungo i tornanti tra Sampeyre e Casteldelfino

Sostituzione delle barriere in cattivo stato e consolidamento dei muri di sostegno

Via libera al progetto di fattibilità tecnica ed economica per lavori che la Provincia eseguirà lungo le strade provinciali 8, 105, 256 e 251 della valle Varaita, in particolare con la sostituzione delle vecchie barriere stradali in cemento lungo i quattro tornanti consecutivi nel tratto della provinciale 105 che collega i centri abitati di Sampeyre e Casteldelfino. I manufatti, che probabilmente risalgono agli anni Cinquanta, non sono più adatti ad assolvere il loro compito e saranno quindi sostituiti o in alcuni casi addirittura costruiti dove mancanti. La Provincia si occuperà anche di consolidare i muri di sostegno di sottoscarpa dei tornanti ancora in pietra a secco con un rinforzo in calcestruzzo armato. L’intervento di 300.000 euro, di cui 221.000 per lavori (compresi gli oneri della sicurezza) e 79.000 per somme a disposizione dell’amministrazione, sarà finanziato con un contributo del ministero Infrastrutture e Trasporti tramite il Fondo Sviluppo e Coesione 2014 – 2020 (Fsc).

La Provincia ha già eseguito in passato molti interventi di manutenzione sulla provinciale 8 e sulla 105 per migliorarne le condizioni di percorribilità e assicurare un più alto grado di sicurezza, malgrado l’intensità del transito. La provinciale 8 della valle Varaita collega, infatti, i comuni di Verzuolo, Piasco, Venasca, Melle, Frassino e Sampeyre e percorre tutta la valle – compresa la parte “alta”, sottesa dalle provinciali 105 e 251 – fino alla pianura del Saluzzese, assolvendo ad un compito di notevole interesse ed importanza non solo locale. Molte località in valle sono, infatti, mete frequentate dai turisti, sia nella stagione estiva, che in quella invernale. Nei giorni festivi come la domenica il traffico è molto intenso, come è emerso dal recente censimento della circolazione, quando si calcolano oltre 6.000 veicoli in transito. A ciò si somma poi il traffico internazionale dei mesi estivi, da inizio giugno e fino ad ottobre, con l’apertura del valico del Colle dell’Agnello che collega la valle Varaita con la Francia. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica prevede la demolizione della vecchia barriera in cemento e del cordolo di sostegno, la realizzazione di nuovi cordoli di fondazione in cemento armat. per l’installazione di sistemi di protezione allo svio, l’installazione delle barriere di sicurezza stradale sui cordoli e il consolidamento dei muri di sottoscarpa di sostegno della massicciata stradale.