Quantcast

Morgan a Cavallermaggiore per presentare la nuova canzone incisa con il cuneese Diablo foto

Il trapper lanciato dallo stesso Morgan a The Voice nel 2019, dove ha raggiunto la semifinale, inciderà a Cavallermaggiore la sua nuova canzone in cui sarà affiancato dal suo estroso mentore.

È stato presentata alla stampa questa mattina al MAM Recording Studio di Cavallermaggiore la nuova canzone di Diablo, che verrà incisa oggi pomeriggio con la collaborazione di Morgan. Il giovane trapper cuneese, classe 2000, è stato lanciato nel 2019 dal talent The Voice of Italy, dove faceva parte proprio della squadra del cantautore milanese, classificandosi al quarto posto. Il nuovo singolo, di cui non è stato detto il titolo, viene descritto da Diablo come “Nulla che sia già stato sentito. Non è la classica trappata, ma un pezzo molto più complesso, che abbraccia perfettamente due generazioni, la mia e quella di Morgan. L’ho scritto io ma da Morgan accetto sempre volentieri consigli, quindi può essere che oggi pomeriggio lo modificheremo insieme sia nella melodia sia nel testo. Sarà un pezzo anche rischioso, nel senso che sono perfettamente consapevole che sarà molto diverso da quelli che ho inciso finora e forse non verrà compreso da tutti”. Parole al miele, infine, per il suo mentore musicale, che ha accettato di collaborare con lui nel suo nuovo pezzo: “Io e Morgan ci troviamo perfettamente insieme. Lui è un vero artista, senza compromessi. E poi siamo entrambi un po’ pazzi, ma quando lavoriamo insieme riusciamo sempre a sfruttare la nostra confusione per creare qualcosa di veramente valido e inedito”.

Durante l’incontro con Morgan, a dire il vero, anche a causa di un leggero ritardo di Diablo a causa del traffico, non si è praticamente parlato del progetto che i due artisti porteranno avanti in questi giorni, ma si è finito per assistere ad un vero e proprio show da parte dell’artista milanese, reduce dal concerto improvvisato tenuto ieri sera all’ingresso dell’Accademia delle Belle Arti di Cuneo. Dopo aver descritto Diablo (nome d’arte di Dominique Chillé Diouf) un ragazzo sensibile e molto intelligente, che scrive molto bene e rappresenta un’ottima promessa per il panorama musicale italiano dei prossimi anni”, Morgan ha cominciato a ragionare ed esprimere il suo punto di vista su vari argomenti che gli stanno particolarmente a cuore. In primis la situazione dei giovani: “I giovani dovrebbero essere lasciati un po’ più liberi, specialmente sotto l’aspetto artistico. Devono sperimentare, rischiare, essere incoraggiati, non indirizzati tutti sullo stesso binario come troppo spesso succede”. Nel commentare la location, isolata nel verde, ha affermato che “la natura spesso aiuta a sentirsi meglio. Gino Paoli diceva che a Milano non crescono i fiori. In realtà crescono anche lì, ma li si vive in maniera diversa. A me a dire il vero la natura mette un po’ di malinconia, ma oggi sono sicuro che passerò una splendida giornata”. Gli argomenti di cui si è dibattuto anche con Diablo, poi, hanno toccato questioni molto più complicate e spinose, come il tema della paternità e quello del denaro, che Morgan ha definito come “protesi di chi non ha il possesso di sé stesso, e cerca di comprare qualsiasi cosa per colmare questa lacuna. Si concepiscono i soldi come il fine, non come quello che realmente sono, ovvero il mezzo”.

Interessante, infine, il dibattito sui social network che il cantautore milanese ha intrattenuto con Shotam, influencer di Villafalletto con mezzo milione di follower su TikTok.