Quantcast

L’impegno del Polo AGRIFOOD “fondamentale una gestione virtuosa delle produzioni alimentari”

I vertici di MIAC e del Polo hanno parlato anche di questi temi durante un incontro con il medico nutrizionista Federico Francesco Ferrero, vincitore nel 2014 di Masterchef

Sensibilizzare le persone sul reale valore del cibo, dell’alimentazione e della riduzione degli sprechi. E’ uno dei principali obiettivi con cui è stata istituita, nel 2016, la Giornata Mondiale della gastronomia sostenibile, che si celebra oggi, ma è una frase che si può associare perfettamente ad una delle mission che muovono le azioni del Polo AGRIFOOD della Regione Piemonte.

La realtà gestita dal Mercato Ingrosso Agroalimentare Cuneo da tempo ha imboccato la strada della sostenibilità in campo gastronomico, mettendo a disposizione delle imprese il proprio supporto in termini di “Food sustainability”, che si traduce in gestione virtuosa delle produzioni alimentari attraverso il recupero e la valorizzazione degli scarti e dei sottoprodotti delle filiere agroalimentari, e l’utilizzo di innovazione per i processi di trasformazione, con l’obiettivo di arrivare ad una riduzione dell’impatto ambientale e dello spreco alimentare.

«E’ necessario essere consapevoli che la piena sostenibilità si ottiene nel momento in cui si è in grado di utilizzare scarti e sottoprodotti per ottenere nuovi ingredienti – spiegano i vertici del Polo AGRIFOOD e del Mercato Ingrosso Agroalimentare Cuneo. «La valorizzazione del cibo passa attraverso la strutturazione di un progetto di filiera che sia capace di riconoscere i diversi attori coinvolti e dare loro la giusta importanza».

Proprio nel giorno in cui si celebra in tutto il mondo la gastronomia sostenibile, MIAC (Mercato Ingrosso Agroalimentare Cuneo) e Polo AGRIFOOD hanno incontrato Federico Francesco Ferrero, uno dei principali ambasciatori italiani del cibo come veicolo di sostenibilità. Medico nutrizionista, noto al grande pubblico per aver vinto nel 2014 la terza edizione di Masterchef, Ferrero è presidente del Comitato “Torino-Piemonte World Food Capital”, con cui porta avanti un ambizioso progetto che ha come obiettivo quello di far diventare il Piemonte una “food valley” del cibo. Nel corso della visita a MIAC e Polo AGRIFOOD, si è riscontrata subito una piena sintonia che potrebbe portare allo sviluppo di importanti occasioni di collaborazione in futuro.